Disposizioni UE relative ai cookie
Ai sensi della Direttiva 2009/136/CE, si informano le persone che desiderano visitare questo sito che, all'accesso, verrà registrato un cookie. Se non si è d'accordo, non entrare nel sito. Il cookie in questione sarà usato per registrare le preferenze concernenti la lingua ma non conterrà alcun dato personale e scadrà dopo un anno.

Introduzione

I presidenti delle ISC si riuniscono almeno una volta all’anno per discutere come migliorare ulteriormente la cooperazione. Tali riunioni sono preparate dagli agenti di collegamento, i cui compiti comprendono anche il coordinamento della programmazione degli audit della Corte dei conti europea negli Stati membri, il coordinamento delle attività dei gruppi di lavoro su temi di audit specifici e lo scambio regolare di informazioni di carattere generale.

 

Comitato di contatto: Tabella illustrante le riunioni recenti e future

I Presidenti delle Istituzioni superiori di controllo (ISC) dei 27 Stati membri dell’UE e della Corte dei conti europea (CCE) si sono riuniti a Lussemburgo il 13-14 ottobre 2011

La riunione annuale del 2011 del Comitato di contatto dei Presidenti delle ISC dell’UE e della Corte dei conti europea (CCE) si è svolta presso la sede di quest’ultima il 13 e 14 ottobre 2011. Alla riunione hanno preso parte oltre 80 delegati delle ISC dell’UE e della CCE, nonché rappresentanti delle ISC di quattro paesi candidati (Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Islanda e Turchia), di EUROSAI e del SIGMA.

 

Il momento principale della riunione è stato il seminario sull’impatto del Semestre europeo sulle ISC dell’UE e sulla CCE e su altri recenti sviluppi in materia di governance economica dell’UE, compresa la regolamentazione e la supervisione dei sistemi e delle istituzioni finanziarie, gli aiuti di Stato al settore finanziario e l’audit dei meccanismi adottati per la gestione della crisi dell’euro.

 

Il seminario è stato aperto da tre illustri oratori che, nell’ambito delle loro rispettive funzioni, sono stati fortemente implicati nello sforzo congiunto dell’UE per far fronte alla crisi economica: Olli Rehn, Commissario europeo agli Affari economici e monetari; Vítor Constâncio, Vice-presidente della Banca centrale europea, e Luc Frieden, Ministro delle Finanze del Granducato di Lussemburgo.

 

La discussione che ne è scaturita ha portato all’adozione da parte del Comitato di contatto di una dichiarazione rivolta al Parlamento europeo, al Consiglio europeo e alla Commissione europea e ai parlamenti e ai governi degli Stati membri dell’UE. Il Comitato di contatto ha anche adottato unarisoluzione che palesava l’esigenza, da parte delle istituzioni superiori di controllo (ISC) dell’area dell’euro, di un audit pubblico esterno adeguato del meccanismo europeo di stabilità.

Questo sito è gestito dalla Corte dei conti europea