Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale n. 17/2017: L’intervento della Commissione nella crisi finanziaria greca

Italian icpdf.png 1 MB
16/11/2017

Gli auditor della Corte hanno esaminato la gestione, operata dalla Commissione, dei tre programmi di risanamento economico per la Grecia; è stato tenuto conto dell’assetto istituzionale dei diversi strumenti di assistenza finanziaria impiegati. Per quanto riguarda il programma in corso, l’audit è stato incentrato unicamente sugli aspetti relativi all’impostazione. L’ammontare dei finanziamenti per il primo programma (GLF), nel 2010, è stato di 110 miliardi di euro; quelli per il secondo (EFSF, 2012) di 172,6 miliardi di euro, e quelli per il terzo (MES, 2015) di 86 miliardi di euro. A metà del 2017, la Grecia ha ancora bisogno di sostegno finanziario esterno e la Corte ha rilevato che gli obiettivi dei programmi sono stati realizzati solo in misura limitata. Nel complesso, l’impostazione dei programmi ha reso possibile l’avanzamento delle riforme in Grecia, ma sono state rilevate debolezze. La Corte rivolge alla Commissione una serie di raccomandazioni per i futuri programmi di sostegno.