Review|1149db91-ec84-40c2-9113-0340f5d5d3cf
-->
Analisi n. 09/2019: Difesa europea

Italian icpdf.png 2 MB
12/09/2019

La difesa è un ambito specifico, che costituisce un elemento centrale della sovranità nazionale degli Stati membri. Fino a tempi recenti l’azione dell’Unione europea nel settore della difesa è rimasta limitata. Per rispondere alle sfide poste dal nuovo contesto globale, l’UE ha varato nuove iniziative concernenti la difesa, miranti a potenziare la cooperazione tra gli Stati membri. Di conseguenza la Corte ha orientato decisamente la sua opera di vigilanza al settore della difesa, giacché il sensibile e rapido incremento dei finanziamenti associati alle nuove ambizioni e iniziative dell’UE comporta rischi relativi alla performance.

La Corte ha pertanto preparato la presente analisi, che non è un audit bensì un esame analitico basato su un esame documentale delle pubblicazioni in materia, nonché su colloqui con il personale dell’UE e di altre istituzioni e organismi. Il documento riguarda specificamente (i) il quadro giuridico, istituzionale e finanziario nel settore della difesa e (ii) la situazione attuale delle capacità e delle industrie degli Stati membri nel settore della difesa. Esso si propone di analizzare l’attuale panorama della cooperazione dell’UE in materia di difesa, mettendo in luce alcuni dei principali rischi connessi al nuovo livello di ambizione e alle iniziative maturate dall’UE negli ultimi anni nel campo della difesa.

Per contribuire al rafforzamento della capacità di difesa in Europa occorre passare dalle parole ai fatti e attuare in maniera efficace iniziative concrete, in modo da promuovere la competitività dell’industria europea della difesa e potenziare le capacità militari degli Stati membri in maniera del tutto complementare con la NATO. In ultima analisi, il successo e il futuro dell’Unione nel settore della difesa dipendono completamente dalla volontà politica degli Stati membri, ai quali spetta il ruolo centrale nell’architettura della difesa europea.