Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale 06/2021: Strumenti finanziari nella politica di coesione alla chiusura del periodo 2007-2013: il lavoro di verifica ha prodotto buoni risultati nel complesso, ma persistono alcuni errori

Italian icpdf.png 1 MB
29/04/2021

Nel periodo di programmazione 2007-2013, gli strumenti finanziari hanno rappresentato un importante metodo di finanziamento della politica di coesione. Dai precedenti audit espletati dalla Corte su tali strumenti, è emersa una serie di errori e debolezze nell’attuazione. La Commissione ha dichiarato che si sarebbe ovviato a tali carenze alla chiusura.

La Corte ha rilevato che la Commissione e gli Stati membri avevano ampiamente adottato le misure necessarie a verificare l’ammissibilità di tali spese al momento della chiusura. Il lavoro da essi svolto ha nel complesso prodotto buoni risultati, sebbene la Corte abbia rilevato alcuni errori aventi incidenza finanziaria. La maggior parte delle carenze individuate è stata corretta per il periodo di programmazione 2014-2020; ciononostante, la Corte raccomanda alla Commissione di fornire consulenza sugli errori più frequenti rilevati nel corso degli audit. La Corte raccomanda inoltre alla Commissione di completare gli orientamenti destinati alle autorità di audit e necessari a fornire garanzie sull’ammissibilità delle spese degli strumenti finanziari alla chiusura.

Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.