Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale 18/2021: Sorveglianza attuata dalla Commissione sugli Stati membri che escono da un programma di aggiustamento macroeconomico: uno strumento adeguato che va ottimizzato

Italian icpdf.png 1 MB
15/09/2021

La Commissione è responsabile della sorveglianza sugli Stati membri della zona euro che escono da un programma di aggiustamento macroeconomico volta a garantire che questi mantengano la loro stabilità economica e finanziaria, a vantaggio degli stessi Stati membri e dei prestatori di fondi. La Corte ha esaminato l’impostazione, l’attuazione e l’efficacia della sorveglianza operata dalla Commissione sui cinque Stati membri interessati (Irlanda, Grecia, Spagna, Cipro e Portogallo). La Corte ha riscontrato che tale sorveglianza è uno strumento adeguato, ma obiettivi poco chiari e un’attuazione non sufficientemente snella e mirata ne compromettono l’efficienza. La Corte formula raccomandazioni alla Commissione per ovviare a tali carenze, anche tramite la revisione della normativa applicabile al fine di integrare le proprie attività sorveglianza nel semestre europeo.

Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.