Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale 19/2021: Il sostegno di Europol nella lotta al traffico di migranti: un partner prezioso, ma l’uso delle fonti di dati e la misurazione dei risultati sono insufficienti

Italian icpdf.png 6 MB
30/09/2021

​​Negli ultimi anni il traffico di migranti rappresenta per l’UE una sfida impegnativa in termini umanitari e di sicurezza. L’audit della Corte ha valutato se Europol abbia sostenuto efficacemente gli Stati membri dell’UE nello smantellare le reti criminali coinvolte nel traffico organizzato di migranti. La Corte ha riscontrato che i partner di Europol hanno apprezzato il sostegno da questo fornito, ma che debolezze nella misurazione dei risultati hanno impedito agli auditor di valutarne appieno l’impatto. La Corte ha rilevato inoltre che l’Agenzia ha talvolta utilizzato in misura limitata le fonti europee di dati disponibili. La Corte raccomanda a Europol di usare tutte le fonti di dati disponibili, di incrementare lo scambio di dati con i propri partner, di migliorare il monitoraggio e la rendicontazione della performance per le attività legate al traffico di migranti e di rendere più trasparente il processo per la definizione della priorità dei casi di traffico di migranti che hanno origine negli Stati membri.

​Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.