Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale 24/2021: Il finanziamento basato sulla performance nella politica di coesione: gli obiettivi perseguiti sono ambiziosi, ma il suo utilizzo nel periodo 2014-2020 ha continuato ad incontrare ostacoli

Italian icpdf.png 4 MB
21/10/2021

La Corte ha esaminato l’utilizzo degli strumenti per un finanziamento basato sulla performance della politica di coesione durante il periodo 2014-2020. Ha analizzato il requisito di soddisfare specifiche condizionalità ex ante, la riserva di efficacia dell’attuazione obbligatoria e i modelli di finanziamento basati sulla performance. L’audit ha confermato che tutti questi tre strumenti hanno condotto a nuovi approcci per l’attuazione della politica. Tuttavia, non hanno modificato significativamente le modalità con cui i finanziamenti sono assegnati ed erogati. La Corte raccomanda alla Commissione di utilizzare al meglio le condizioni abilitanti nel periodo 2021-2027, di preparare per tempo il terreno per un efficace riesame intermedio nel 2025; di chiarire le norme che disciplinano il modello del “finanziamento non collegato ai costi” e di chiarire il metodo per fornire garanzie riguardo ai finanziamenti dell’UE erogati in base al suddetto modello.

​Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.