-->

Affari esteri

L’UE è un attore globale e il nuovo bilancio dell’UE proposto per il periodo 2021-2027 prevede un considerevole incremento nel finanziamento di azioni esterne, per un totale di circa 123 miliardi di euro. Le relazioni della Corte in questo settore esaminano la spesa in paesi specifici e analizzano questioni trasversali.

La Corte, in qualità di revisore esterno dell’UE, guarda anche al futuro per aiutare l’Unione ad affrontare le sfide principali che l’attendono. L’ordine internazionale basato su norme è sottoposto a crescente pressione e l’Europa sta emergendo nel ruolo di difensore del multilateralismo cooperativo, dei diritti umani e dei valori liberali. Molti esperti prevedono che il panorama geostrategico del XXI secolo sarà plasmato dalla contrapposizione tra autocrazia e democrazia. Gli Stati autoritari cercheranno sempre più di minare princìpi democratici fondamentali, come lo Stato di diritto e la tutela dei diritti umani.

La Corte terrà presente tutti questi fattori nel selezionare i compiti di audit da svolgere e nel formulare raccomandazioni per il futuro.