Disposizioni UE relative ai cookie
Ai sensi della Direttiva 2009/136/CE, si informano le persone che desiderano visitare questo sito che, all'accesso, verrà registrato un cookie. Se non si è d'accordo, non entrare nel sito. Il cookie in questione sarà usato per registrare le preferenze concernenti la lingua ma non conterrà alcun dato personale e scadrà dopo un anno.

2013 - Vilnius, Lituania

I presidenti delle Istituzioni superiori di controllo (ISC) dei 28 Stati membri dell’UE ed il presidente della Corte dei conti europea si sono riuniti a Vilnius, Lituania, il 10 ed 11 ottobre 2013
 


 
La riunione annuale 2013 del Comitato di contatto dei presidenti delle ISC dell’UE e del presidente della Corte dei conti europea si è svolta a Vilnius, presso l’Ufficio nazionale di audit della Lituania, il 10 ed 11 ottobre 2013. La riunione è stata presieduta da Giedrė Švedienė, controllore generale presso la ISC della Lituania e presidente di turno del Comitato di contatto. Vi hanno preso parte 84 delegati delle ISC dell’UE e della Corte dei conti europea, nonché delle ISC di tre paesi candidati (Montenegro, Serbia e Turchia), oltre a rappresentanti dell’IDI, di Eurosai e di SIGMA.
 
Per la prima volta, la riunione annuale del Comitato di contatto si è tenuta a Vilnius, Lituania, proprio nel corso del periodo storico ed importante in cui la Lituania ha assunto la presidenza dell’UE per la prima volta.
 
La riunione è stata aperta da S.E. Valdas Adamkus, ex presidente della Repubblica di Lituania, il quale si è congratulato con i partecipanti ed ha dichiarato di credere che i presidenti delle ISC dell’UE ed il presidente della Corte dei conti europea troveranno le più idonee soluzioni per migliorare la responsabilità democratica nel settore pubblico e l’attuazione dei compiti assegnati alle autorità nazionali di audit.
 
La riunione è stata incentrata principalmente su un seminario avente per oggetto i più recenti sviluppi, che comprendeva due temi: 1) il nuovo quadro finanziario per il periodo 2014 - 2020 ed il nuovo regolamento finanziario – il ruolo delle ISC nel migliorare la responsabilità democratica nell’UE; 2) la nuova governance economica – il ruolo ed i compiti delle ISC.
 
Detto seminario è stato aperto da due eminenti oratori ospiti: Algirdas Šemeta, Commissario europeo per la fiscalità e l’unione doganale, l’audit e le misure anti-frode e Michael Theurer, deputato del Parlamento europeo e presidente della Commissione di controllo sui bilanci (discorso in video-conferenza). Gli oratori ospiti hanno esposto le proprie idee sulle importanti questioni relative ai più recenti sviluppi in materia di governance e responsabilità democratica dell’UE.
 
Il primo tema è stato affrontato negli interventi della Corte dei conti europea e di numerose ISC dell’UE che hanno presentato le rispettive idee ed esperienze attuali. Si è sottolineato che tutti i soggetti coinvolti nel controllo finanziario pubblico del bilancio dell’UE, a livello UE, nazionale o regionale, siano essi responsabili del controllo interno, dell’audit esterno o della supervisione politica, devono affrontare la sfida consistente nel migliorare la responsabilità democratica dell’UE negli anni a venire. Si è inoltre rimarcato che i nuovi quadri giuridici disciplinanti i fondi dell’UE entreranno in vigore a breve, e che vi sono da considerare importanti nuovi elementi ed un contesto che cambia, sebbene le principali caratteristiche delle attuali disposizioni in materia di responsabilità democratica resteranno le stesse.
 
Per quanto attiene al secondo tema, molte ISC hanno fatto parte delle proprie opinioni e degli ultimi sviluppi nell’affrontare le questioni della nuova governance economica nei rispettivi paesi. L’ISC della Finlandia ha informato sul seguito dato all’iniziativa, sostenuta dal Comitato di contatto, in merito alla comunicazione collettiva da indirizzare al Consiglio europeo ed alla Rete di audit delle politiche di bilancio. Il secondo tema ha altresì incluso dibattiti ed uno scambio di idee sul seguito da dare e sulle prossime mosse a proposito del documento di presa di posizione della task force sui nuovi compiti e ruoli dell’audit esterno delle finanze pubbliche alla luce dei recenti sviluppi nella governance economica dell’UE.
 
Il secondo giorno, la riunione si è aperta con l’intervento di un altro prominente ospite, Gediminas Mesonis, giudice della Corte costituzionale della Repubblica di Lituania e professore presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università ‟Vytautas Magnus” (Lituania), il quale ha esposto le proprie opinioni sulla questione dell’indipendenza delle ISC. L’intervento è stato molto ben accolto dai partecipanti, in quanto attirava l’attenzione sulla questione dell’indipendenza delle ISC da un punto di vista accademico.
Il Comitato di contatto ha preso atto della descrizione dello Status outline per il 2013 – la relazione annuale di attività contenente informazioni sulla situazione e le attività dei gruppi di lavoro, delle reti e delle task force attualmente operative nell’ambito del Comitato di contatto.
 
Al Comitato di contatto sono state presentate le seguenti relazioni sulle attività di cooperazione in corso nel 2013: relazione del Gruppo di lavoro sui fondi strutturali V (ISC della Germania); relazione su ‟La spending review nei paesi dell’UE – Analisi delle migliori pratiche, delle constatazioni e delle prospettive” (ISC dell’Italia); relazione sul seminario sui princìpi di contabilità pubblica (ISC della Francia); relazione congiunta sull’audit coordinato sull’applicazione della normativa UE in tema di spedizione dei rifiuti (ISC dei Paesi bassi). L’ISC della Lituania ha fornito informazioni sull’audit cooperativo dei parchi nazionali.
 
L’ISC della Turchia ha presentato una relazione sulle attività della Rete delle ISC dei paesi candidati e potenziali candidati e della Corte dei conti europea.
 
L’ISC dei Paesi bassi ha illustrato i progressi dei preparativi per il IX Congresso dell’Eurosai, che si terrà dal 15 al 19 giugno 2014 a L’Aia, Paesi bassi, e sul primo Congresso Eurosai giovani (YES), in calendario il 20-22 novembre 2013 a Rotterdam.
 
Dopo un dibattito sui temi sopra citati, sono state adottate cinque risoluzioni concernenti l’attuazione di future strategie e le nuove sfide che le ISC dovranno affrontare nel contesto delle recenti disposizioni in materia di responsabilità democratica e dei nuovi sviluppi della governance economica nell’UE:
 
  • Risoluzione sulla continuazione delle attività della Rete sull’audit delle politiche di bilancio (CC-R-2013-01);
  • Risoluzione sulle future attività del 2014 del Comitato di contatto delle ISC dell’UE (CC-R-2013-02);
  • Risoluzione sull’audit espletato dal Gruppo di lavoro sui fondi stratturali (CC-R-2013-03);
  • Risoluzione sui princìpi di contabilità del settore pubblico per gli Stati membri dell’UE (EPSAS) (CC-R-2013-04);
  • Risoluzione sulla pubblicazione della relazione finale dell’audit coordinato in materia di applicazione del regolamento dell’UE relativo alle spedizioni di rifiuti (CC-R-2013-05).
 
Il Comitato di contatto ha altresì preso atto del documento di presa di posizione della task force sui nuovi compiti e ruoli dell’audit esterno delle finanze pubbliche alla luce dei recenti sviluppi nella governance economica dell’UE, ed ha deciso di riconvocare la task force, sotto la guida del Presidente di turno, affinché continui le sue attività e ne riferisca alla riunione del Comitato di contatto del 2014.
 
La riunione del Comitato di contatto del 2014 avrà luogo a Lussemburgo il 16 e 17 ottobre 2014, presso la Corte dei conti europea. La riunione del Comitato di contatto del 2015 sarà tenuta a Riga, presso la ISC della Lettonia, durante la presidenza lettone dell’UE.
 
09/10/2013

CC-R-2013-01


Resolution on the Continuation of the Fiscal Policy Audit Network


Questo sito è gestito dalla Corte dei conti europea