Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale n. 15/2019: L’attuazione alla Commissione del pacchetto di riforma delle condizioni di impiego del 2014: risparmi cospicui, ma non privi di conseguenze per il personale

Italian icpdf.png 2 MB
24/09/2019

​Lo Statuto del personale definisce l’insieme delle condizioni
di impiego dei funzionari e degli altri agenti presso le
istituzioni, gli organi e le agenzie dell’UE. Dopo la prima
profonda riforma del 2004, le norme sono state
nuovamente modificate nel 2014 nell’intento di ridurre la
spesa per il personale e di razionalizzare ulteriormente la
funzione pubblica dell’UE. La Corte ha analizzato l’impatto
delle riforme del 2014 alla Commissione e ha concluso che
essa ha consentito notevoli risparmi a lungo termine.
Tuttavia, sebbene l’organico della Commissione sia
divenuto più diversificato e flessibile, l’impatto effettivo dei
cambiamenti volti a migliorare la gestione delle risorse
umane è stato piuttosto limitato. La Corte ha altresì
constatato che il pacchetto del 2014 ha avuto ripercussioni
negative sull’attrattiva della Commissione come datore di
lavoro. Per affrontare le sfide future, il monitoraggio
dell’organico della Commissione dovrebbe essere più
mirato ai rischi emergenti.
Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata
in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del
TFUE.