Special report|20d56233-5179-449f-93ac-6c9e8f3787cb
-->
Relazione speciale 10/2021: Integrazione della dimensione di genere nel bilancio dell’UE: è tempo di tradurre le parole in azione

Italian icpdf.png 6 MB
26/05/2021

“Integrare la dimensione di genere” significa promuovere attivamente la parità tra uomo e donna in tutte le fasi e in tutti i settori dell’elaborazione e dell’attuazione delle politiche. L’UE ha l’obbligo, sancito dal trattato, di promuovere la parità tra uomini e donne in tutte le proprie attività, una condizione su cui si fonda l’integrazione della dimensione di genere. Nel presente audit, la Corte ha valutato se, a partire dal 2014, la dimensione di genere sia stata integrata nel bilancio dell’UE per promuovere la parità tra uomini e donne. La conclusione a cui è giunta è che la Commissione non ha ancora tenuto fede al proprio impegno di integrare la dimensione di genere nel bilancio dell’UE. La Corte formula una serie di raccomandazioni per migliorare il quadro posto in essere dalla Commissione a sostegno dell’integrazione della dimensione di genere e per accrescere l’attenzione prestata alla parità di genere nella formazione del bilancio dell’UE.​

​Relazione speciale della Corte dei conti europea presentata in virtù dell’articolo 287, paragrafo 4, secondo comma, del TFUE.