Yes
Yes
  • 18.10.1977 - 17.10.1987

    Paul GAUDY

    Paul GAUDY

    Nato a Nivelles il 4 agosto 1921; studi classici (greco e latino); contabilità industriale; laurea (licence) in scienze commerciali e finanziarie; lettore presso l’Institut Supérieur de Commerce Saint-Louis di Bruxelles; auditor delle società finanziarie a Bruxelles e presso il servizio giuridico dell’Administration centrale des contributions directes (1942). Segretario-generale, servizio Studi, incaricato dei negoziati (Eurochemic, Eurocontrol) e di attività internazionali (Comunità europee) (1957); impiego a tempo parziale presso il Service du Crédit Public, fino a quando viene assegnato, nell’aprile 1960, a funzioni internazionali; grado di ispettore-generale; consigliere finanziario presso la Rappresentanza permanente responsabile dei negoziati finanziari, fiscali e amministrativi; membro titolare del comitato del Bilancio del Fondo europeo di sviluppo e del Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia, nonché membro supplente del comitato del Fondo sociale europeo; membro del comitato amministrativo e finanziario del Consiglio superiore delle Scuole europee; membro del gruppo di esperti dei governatori (1959); membro supplente del Consiglio di amministrazione della Banca europea per gli investimenti (1970); auditor presso la CECA (1971); membro del comitato di audit (1972); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 17 ottobre 1987. Deceduto il 20 gennaio 2017.
  • 18.10.1987 - 15.03.1992

    Fernand HEBETTE

    Fernand HEBETTE

    Nato a Winenne il 24 ottobre 1923; dottorato in giurisprudenza e laurea (licence) in scienze economiche; economista e consigliere economico presso il ministero degli Affari economici (1949); inspecteur des finances presso i ministeri del Lavoro, della Previdenza sociale e delle Classi medie (1959); consigliere presso il Gabinetto del primo ministro (1963). Vicecapo di Gabinetto del ministro per il Coordinamento degli affari sociali e l’istruzione (1966); capo del Gabinetto economico e sociale del primo ministro (1968); capo di Gabinetto del presidente del comitato ministeriale per il coordinamento economico e sociale (1972); capo di Gabinetto del sottosegretario di Stato al Bilancio (1974); inspecteur général des finances accreditato presso il ministro delle Comunicazioni (1976); capo di Gabinetto del sottosegretario di Stato al Bilancio (1977); inspecteur général des finances accreditato presso il ministro delle Comunicazioni (1979); delegato generale per la riforma dei conti pubblici (1982); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1987 al 15 marzo 1992. Deceduto il 15 marzo 1992.
  • 21.12.1992 - 09.02.1994

    Roger CAMUS

    Roger CAMUS

    Nato a Bouffioulx il 18 dicembre 1928; laurea (licence) in scienze commerciali e finanziarie (1953); ha superato il concorso pubblico per inspecteur adjoint des finances (1958); secondo premio dall’Istituto di scienze amministrative (1963); membro della Societé Royale d’Economie Politique; presidente del Groupe Économique HEC Saint-Louis. Istituto nazionale di statistica (1947); varie posizioni presso la Corte dei conti belga (1954); Servizio speciale di indagini di bilancio (1966); cooperazione tecnica di alto livello in Zaire (1973); Membro della Corte dei conti belga (1975); agente di collegamento con la Corte dei conti delle Comunità europee (1977); auditor presso l’Agence de coopération culturelle et technique di Parigi (1976); vicecapo di Gabinetto del ministro della Previdenza sociale (1974); membro del Centre public d’aide sociale di Bruxelles (1989); Membro della Corte dei conti europea dal 21 dicembre 1992 al 9 febbraio 1994. Deceduto il 15 ottobre 2013.
  • 10.02.1994 - 29.02.2000

    Patrick EVERARD

    Patrick EVERARD

    Nato a Etterbeek il 13 marzo 1940; studi giuridici presso l’Université libre de Bruxelles; perito commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Nancy; settore privato (1961-1963); amministratore presso la Commissione europea. Ha redatto direttive sull’armonizzazione del diritto societario (1963); amministratore principale presso la direzione generale Bilanci (1968). Assistente del direttore generale (1972); capo della divisione “Bilancio generale, gestione e informazioni finanziarie” (1974); capo-divisione poi direttore responsabile dell’aiuto ai paesi in via di sviluppo presso la Corte dei conti europea (1978); direttore responsabile della metodologia di audit (1985); segretario-generale (1989); Membro della Corte dei conti europea dal 10 febbraio 1994 al 28 febbraio 2000; audit delle azioni a favore dei paesi dell’Europa centrale ed orientale, dei nuovi Stati indipendenti (ex Unione Sovietica) e della Mongolia (1996).
  • 01.03.2000 - 28.02.2006

    Robert REYNDERS

    Robert REYNDERS

    Nato a Ostenda il 23 maggio 1945; laurea in economia presso l’Università di Gand; capodivisione presso l’Ufficio “Ricerca” della Banca nazionale del Belgio (Banca centrale); responsabile per la contabilità nazionale e i conti finanziari pubblici (1976); consigliere speciale in materia di politica economica e monetaria presso la Banca centrale del Burundi, per conto del Fondo monetario internazionale (1983). Capo di Gabinetto del Ministro federale del bilancio (1988); direttore e membro del Consiglio di amministrazione della Banca nazionale del Belgio (1991); membro del Consiglio di amministrazione dell’Istituto di cambio belgo-lussemburghese (2000); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2000 al 28 febbraio 2006. Deceduto l’8 novembre 2021.
  • 01.03.2006 - 30.04.2018

    Karel PINXTEN

    Karel PINXTEN

    Nato a Overpelt il 19 luglio 1952; master in economia (M. Phil.) presso l’Università di Cambridge (Regno Unito) con una borsa di studio del British Council; laureato in scienze economiche, con specializzazione in finanze pubbliche ed economia monetaria, presso l’Università cattolica di Lovanio; diplôme de candidature en droit (laurea breve in giurisprudenza) presso l’Università di Anversa. Nel biennio 1977 1978, Karel Pinxten è stato assistente-ricercatore nel campo delle finanze pubbliche presso il Centro di studi economici dell’Università cattolica di Lovanio; nel 1978, quale vincitore del premio bandito dal ministro belga per il Commercio estero, ha compiuto un viaggio di studio di sei mesi in Giappone; è stato auditor della Corte dei conti belga dal 1980 sino al suo ingresso nel governo nazionale, avvenuto nel 1994; dal 1984 al 1994 è stato distaccato presso un’altra amministrazione. Dal 1983 al 2006 è stato sindaco (bourgmestre) di Overpelt. Dal 1984 al 1985 è stato consulente presso il Gabinetto del Vice primo ministro belga. Dal 1985 al 1989 è stato consulente presso il Gabinetto del ministro delle Finanze belga. Deputato al Parlamento europeo dal 1989 al 1991, ha fatto parte della Commissione per i bilanci e della Commissione per i problemi economici e monetari. Tra il 1991 e il 1994 è stato deputato del Parlamento federale belga, nonché membro della Commissione finanze dello stesso. Dal 1994 al 1995 è stato ministro della Difesa e dal 1995 al 1999 ministro dell’Agricoltura e delle PMI. Dal 1999 al 2006, durante il suo mandato come deputato del Parlamento federale belga, ha fatto parte delle commissioni Finanze e Affari esteri. Nel 2004 è stato eletto presidente della commissione Affari esteri. È stato Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2006 al 30 aprile 2018. Nel 2015 è stato insignito del titolo di Barone da SAR Filippo Re dei Belgi.
  • 01.01.2007 - 31.12.2012

    Nadejda SANDOLOVA

    Nadejda SANDOLOVA

    Nata in Bulgaria il 17 aprile 1956; Master in Economia e gestione all’Istituto superiore di economia Karl Marx di Sofia; ricercatrice specializzata in analisi finanziaria presso l’Istituto di ricerca di economia delle costruzioni a Sofia (1980-1986); professore incaricato presso la Facoltà di economia dell’Università “St. Kliment Ohridski” di Sofia (1988- 2006). Capo servizio al ministero dell’Industria: analisi dell’indebitamento delle aziende pubbliche, concessione di crediti alle aziende pubbliche e gestione dei rapporti con le istituzioni finanziarie internazionali (1991); membro del consiglio di amministrazione della Sofia Bank Ltd. in Bulgaria (1993); membro della Corte dei conti bulgara a Sofia: responsabile degli audit concernenti la Banca centrale nazionale, il debito pubblico, il Fondo di garanzia per i depositi bancari, l’Agenzia bulgara per l’assicurazione delle esportazioni, le privatizzazioni, il debito estero garantito dallo Stato ed i progetti di partenariato pubblico-privato, agente di collegamento con le istituzioni superiori di controllo estere, ivi compresa la Corte dei conti europea (1995); membro del comitato di vigilanza della Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa a Parigi (2004); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2012: responsabile del Gruppo di audit IV “Entrate, attività bancarie, spese di funzionamento, istituzioni e organismi comunitari e politiche interne”, membro supplente presso il Comitato amministrativo (2007); membro della Sezione IV “Entrate, Ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell’Unione europea”; Membro rappresentante la Sezione IV presso la Sezione CEAD (2010).
  • 01.01.2013 - 17.09.2023

    Iliana IVANOVA

    Iliana IVANOVA

    Nata a Stara Zagora nel 1975. Laurea presso l’Università di Scienze economiche di Varna e laurea magistrale in Relazioni economiche internazionali; MBA presso la Thunderbird School of Global Management, Arizona, Stati uniti. Coordinatrice delle istituzioni finanziarie internazionali per il Ministero bulgaro dell’agricoltura e dell’alimentazione (1999–2002); analista aziendale e finanziaria per diversi istituzioni finanziarie e bancarie negli Stati Uniti (2004–2006); consigliera municipale del Comune di Sofia (2007– 2009); deputata al Parlamento europeo (2009–2012) dove ha svolto funzioni di vicepresidente della commissione per il controllo dei bilanci (CONT), vicepresidente della commissione speciale sulla crisi finanziaria, economica e sociale e vicepresidente della delegazione per le relazioni UE-Cina. Nominata alla Corte dei conti europea nel 2013, è stata membro relatore per una serie di audit di conformità e controlli di gestione. Dal 2016 è stata decana della Sezione II, “Investimenti a favore della coesione, della crescita e dell’inclusione” e dal 2022 presidente del comitato per il controllo della qualità dell’audit nonché presidente del Comitato delle norme professionali dell’Organizzazione internazionale delle istituzioni superiori di controllo. Nel settembre 2023 è stata nominata commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani della Commissione europea.
  • 07.05.2004 - 06.05.2016

    Jan KINŠT

    Jan KINŠT

    Nato a Praga nel 1965; laurea in Finanza presso l’Università di economia di Praga (1987); ha frequentato i seguenti seminari: Contabilità e audit nel settore pubblico (CIPFA, Londra); Privatizzazione e finanze pubbliche (JICA, Tokyo); Gestione delle finanze pubbliche (FMI, Vienna); Statistiche sulle finanze dello stato (FMI, Washington D.C.) e Aiuti allo sviluppo per il settore aziendale (JICA, Tokyo); ministero delle Finanze della Repubblica ceca, Dipartimento di analisi finanziaria (1988). Dipartimento del bilancio dello Stato (1990); vicedirettore del Dipartimento del bilancio dello Stato e capo della Divisione per gli affari di bilancio generali (1994); membro della Commissione finanze del Centro europeo per la ricerca nucleare (CERN) (1993-1996); direttore del Dipartimento di analisi dell’Istituzione superiore di controllo della Repubblica ceca (Nejvyšší kontrolní úřad); ha rappresentato quest’ultima nell’ambito del gruppo di lavoro per la compilazione di manuali di audit composto da esperti della Corte dei conti europea, del SIGMA e dei paesi candidati; in qualità di esperto, ha inoltre ricevuto incarichi dalla Banca mondiale (1999). Nominato membro dell’Istituzione superiore di controllo della Repubblica ceca (luglio 2003); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2016: membro del Gruppo di audit III “Azioni esterne”; membro del comitato amministrativo della Corte; membro e presidente del comitato di audit; membro e presidente del comitato di controllo comune di Europol; decano della Sezione III “Azioni esterne” e membro del comitato amministrativo (2010); rappresentante della Sezione III presso la Sezione CEAD (2011); membro della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”, di cui è decano (2013) e rappresentante presso la Sezione CEAD.
  • 18.10.1977 - 17.04.1983

    Arne JOHANSEN

    Arne JOHANSEN

    Nato a Copenaghen il 29 agosto 1922; laurea in giurisprudenza (Juridisk Kandidat) all’Università di Copenaghen (1948); segretario presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici della Danimarca a Copenaghen (1948); diploma di abilitazione alla professione di avvocato presso la Corte d’appello (1952); auditor nell’ambito del Collegio internazionale dei revisori contabili della NATO a Parigi (1957). Membro della commissione di controllo dei conti dell’Organizzazione europea di ricerche spaziali (ESRO) a Parigi (1964); capo servizio presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici (1966); capo sezione presso il medesimo Ufficio (1972); membro della commissione di controllo delle Comunità europee a Bruxelles (1973); revisore aggiunto per i conti pubblici (1976); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 17 aprile 1983; deceduto il 1° maggio 1996.
  • 18.04.1983 - 17.04.1989

    Keld BRIXTOFTE

    Keld BRIXTOFTE

    Nato a Herrested il 6 maggio 1922; laurea in giurisprudenza all’Università di Copenaghen (1948); avvocato (1948); segretario presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici della Danimarca (1949); impiego provvisorio presso il Collegio internazionale dei revisori contabili della NATO (1956); auditor presso il medesimo Collegio (1960). Capo servizio presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici della Danimarca (1967); capo dipartimento presso il medesimo Ufficio (1974); auditor delegato presso l’ECMWF, a Reading, nel Regno Unito (1976); auditor delegato presso l’EMBL, ad Heidelberg in Germania (1978); revisore dei conti supplente (1977); Membro della Corte dei conti europea dal 18 aprile 1983 al 17 aprile 1989; deceduto il 23 settembre 1990.
  • 18.04.1989 - 30.06.1995

    Ole WARBERG

    Ole WARBERG

    Nato a Vejle il 24 ottobre 1931; laurea in economia all’Università di Copenaghen (1957); auditor presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici della Danimarca (1957); auditor alla NATO (1966); capo servizio presso l’Ufficio di controllo dei conti pubblici della Danimarca (1971). Capo divisione presso il medesimo Ufficio (1973); vice revisore generale (1983); Membro della Corte dei conti europea dal 18 aprile 1989 al 30 giugno 1995; deceduto il 4 giugno 2014.
  • 01.07.1995 - 31.12.2001

    Jørgen MOHR

    Jørgen MOHR

    Nato a Copenaghen nel 1940; laurea in scienze politiche all’Università di Copenaghen e diploma della Handelshøjskolen (Scuola superiore di commercio) di Copenaghen; amministratore presso il ministero delle Finanze e il ministero degli Affari esteri (1965); capo divisione aggiunto presso la Corte dei conti danese (Rigsrevision). Capo della divisione responsabile della verifica dei conti dei lavori pubblici nonché del ministero per la Groenlandia; membro del consiglio di direzione, responsabile in particolare del controllo dei conti dei ministeri degli Affari sociali e dell’Ambiente (1971); presidente della Corte dei conti danese (1985); membro della Commissione di arbitrato dei monopoli (1987); Membro della Corte dei conti europea dal 1° luglio 1995 al 31 dicembre 2001: responsabile del settore di audit “Politiche sociali, politiche industriali, Centro di Salonicco, Fondazione di Dublino e Fondo di coesione (sezione “Protezione dell’ambiente”)”.
  • 01.01.2002 - 29.02.2012

    Morten Louis LEVYSOHN

    Morten Louis LEVYSOHN

    Nato a Copenaghen il 31 marzo 1949; laurea in giurisprudenza all’Università di Copenaghen; capo divisione presso l’Ufficio dell’amministratore fiduciario pubblico del ministero della Giustizia (1972); capo divisione presso la Corte dei conti danese (Rigsrevision) (1974); direttore e membro del gruppo esecutivo della Rigsrevision, responsabile della programmazione interdipartimentale della relazione annuale e dell’audit, tra l’altro, dei ministeri degli Affari sociali, dell’Interno e dell’Ambiente (1985). Presidente di sezione presso la Rigsrevision, responsabile della programmazione generale e della gestione degli audit finanziari (1985); membro del gruppo di lavoro composto da rappresentanti delle Istituzioni superiori di controllo dell’Unione europea e della Corte dei conti europea sui “Criteri-guida europei di applicazione delle norme di controllo dell’INTOSAI” (1986); vicepresidente della Rigsrevision, responsabile degli audit finanziari e dei controlli di gestione dei ministeri della Difesa, delle Imposte, nonché dell’Alimentazione, dell’agricoltura e della pesca (1999); agente di collegamento per i rapporti con la Corte dei conti europea e con il Collegio internazionale dei revisori contabili della NATO (2000); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2002 al 29 febbraio 2012: responsabile del settore di audit “Spese di funzionamento delle Istituzioni dell’UE, Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, uffici esterni e delegazioni dell’UE, Sovvenzioni” (2002); membro del Gruppo di audit IV “Entrate, attività bancarie, spese di funzionamento, istituzioni ed organismi comunitari, politiche interne” (2004); decano del Gruppo (2005); membro del Gruppo CEAD (coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo); membro supplente del Comitato amministrativo della Corte (2009); membro della Sezione II “Politiche strutturali, Trasporti ed Energia” e membro rappresentante la Sezione II nella Sezione CEAD; decano della Sezione II, nonché membro del Comitato amministrativo della Corte (2010).
  • 01.03.2012 - 01.02.2015

    Henrik OTBO

    Henrik OTBO

    Nato a Copenaghen il 14 novembre 1949; laurea in scienze economiche all’Università di Copenaghen (1976); funzionario presso la Rigsrevision (Corte dei conti danese) (1976-1984); docente di economia ed educazione civica e sociale (1980-1983) nonché di statistica (1983) presso la Scuola di commercio di Copenaghen; attaché presso il Gabinetto del Membro danese della Corte dei conti europea (1984-1985). Capo di Gabinetto del Membro danese della Corte dei conti europea (1985- 1988); funzionario presso la Rigsrevision (1988-1989); docente di statistica teorica all’Università di Copenaghen (1988-1991); direttore presso la Rigsrevision (1989-1985); docente di economia ed educazione civica e sociale all’università di Copenaghen (1991-1995); revisore generale della Danimarca (1995-2012); presidente del Comitato delle norme professionali dell’INTOSAI (2004-2012); nominato Membro della Corte dei conti europea il 1° marzo 2012; membro della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo”; deceduto il 1° febbraio 2015.
  • 18.10.1977 - 17.10.1983

    Albert LEICHT

    Albert LEICHT

    Nato a Hagenbach il 1° marzo 1922; studi di giurisprudenza all’’Università di Magonza (1946); praticantato da Referendar (titolare del “primo esame di Stato”) e conseguimento del titolo di Assessor (titolare del “secondo esame di Stato”) (1949); pratica legale, poi giudice presso il tribunale competente in materia sociale (Sozialgericht) di Spira (1953); amministratore (Referent) presso il ministero dell’Istruzione pubblica e della cultura della Renania-Palatinato (1955). Deputato al Bundestag (parlamento tedesco); presidente della sottocommissione di revisione contabile della commissione per il Bilancio del Bundestag (1957); presidente del gruppo CDU/CSU alla commissione per il Bilancio (1965); sottosegretario parlamentare per il ministero federale delle Finanze (1967); presidente della commissione per il Bilancio del Bundestag (1969); Membro della Corte dei conti europea dal 18 novembre 1977 al 17 ottobre 1983; deceduto il 2 ottobre 1994.
  • 18.10.1983 - 20.12.1989

    Lothar HAASE

    Lothar HAASE

    Nato a Kassel il 30 agosto 1923; laurea in scienze economiche a Marburgo (1948); Ufficio federale del lavoro (1953); deputato al Bundestag (1961); membro della commissione per il Bilancio del Bundestag; membro del comitato di revisione contabile della commissione per il Bilancio incaricato di verificare la contabilità della Repubblica federale (1962). Presidente della commissione per il Bilancio (1980); presidente della commissione per gli Affari economici del Bundestag (1982); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1983 al 20 dicembre 1989; deceduto l’8 dicembre 2013.
  • 21.12.1989 - 31.12.2001

    Bernhard FRIEDMANN

    Bernhard FRIEDMANN

    Nato a Ottersweier l’8 aprile 1932; diploma di dottorato in scienze economiche dell’Università e della Scuola superiore di Scienze economiche e amministrative di Friburgo in Brisgovia; alte funzioni nell’amministrazione federale tedesca e nell’industria; deputato eletto del Bundestag (1976). Fa parte, nell’ordine, della commissione per il Bilancio e della commissione per la Revisione contabile, di cui diventa presidente nel 1982; presidente della commissione per l’approvazione delle spese militari (1985); membro della Corte dei conti europea dal 21 dicembre 1989 al 31 dicembre 2001, responsabile dell’audit della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), delle attività di assunzione ed erogazione di prestiti e dei prestiti agevolati nonché degli aiuti ai paesi dell’Europa centrale e orientale e agli Stati indipendenti dell’ex Unione sovietica; decano del gruppo di audit responsabile degli aiuti strutturali, del controllo del settore regionale, dei programmi integrati mediterranei nonché della sezione “Infrastruttura di trasporto” del Fondo di coesione (1994); Presidente (dal 1996 al 1999); deceduto il 18 maggio 2021.
  • 01.01.2002 - 31.12.2007

    Hedda VON WEDEL

    Hedda VON WEDEL

    Nata a Quedlinburg/Harz il 18 luglio 1942; dottorato di ricerca in giurisprudenza; primo e secondo esame di Stato in giurisprudenza; studi giuridici presso le università di Kiel e Gottinga (Germania) e l’università di Bordeaux (Francia); studi nell’ambito delle relazioni internazionali presso il centro studi dell’Università Johns Hopkins a Bologna (Italia); amministrazione del distretto di Hildesheim (Bassa Sassonia) (1971). Alta funzionaria presso il ministero federale per le Relazioni intragermaniche e, in Bassa Sassonia, presso i ministeri dell’Interno, degli Affari economici e dei Trasporti (1975); consigliera personale presso il ministero dell’Interno della Bassa Sassonia (1979); vicepresidente dell’amministrazione del distretto di Weser-Ems (1981); sottosegretaria per il ministero dell’Alimentazione, dell’agricoltura e delle foreste della Bassa Sassonia (1983); deputata al parlamento tedesco (Bundestag) (1990); presidente della Corte dei conti federale tedesca (Bundesrechnungshof) (1993); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2002 al 31 dicembre 2007, responsabile del settore incaricato dell’audit delle politiche agricole per quanto concerne i seminativi e i mercati dei prodotti lattiero-caseari e delle carni bovine (2002); responsabile del Gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” (2004); decana dello stesso gruppo (2007); membro del Comitato di audit interno della Corte; membro supplente del Comitato amministrativo della Corte e membro del Comitato congiunto di audit di Europol.
  • 01.01.2008 - 28.02.2014

    Harald NOACK

    Harald NOACK

    Nato a Francoforte sul Meno il 22 avril 1949; diploma di dottorato in diritto all’Università Johann Wolfgang Goethe di Francoforte sul Meno; primo e secondo esame di Stato in diritto (1975); giudice tirocinante presso i pubblici ministeri di Wiesbaden e di Hanau (Assia); docente per tre anni alla Scuola di amministrazione di Wiesbaden, sede di Francoforte sul Meno (1980). Pubblico ministero (1981); funzioni direttive presso il ministero della Giustizia delLand dell’Assia; pubblico ministero principale (1984); Ministerialrat (1986); capo dei dipartimenti del Bilancio e della Pianificazione territoriale presso il ministero della Giustizia dell’Assia; Membro della Corte dei conti tedesca e capo del settore di audit “Regimi pensionistici” (1989); quale Ministerialdirigent, dirige il servizio di sicurezza nucleare e di protezione dalle radiazioni presso il ministero dell’Ambiente, dell’energia e degli affari federali dell’Assia (1991); sottosegretario al ministero delle Finanze dell’Assia (1994); avvocato specializzato nei settori del diritto urbanistico e degli appalti pubblici, nonché dei partenariati pubblico-privato; membro del Comitato di vigilanza dell’OLAF (Ufficio europeo per la lotta antifrode) (1999); sottosegretario al ministero delle Finanze del Land della Renania settentrionale-Vestfalia (2000); membro (2004) e poi direttore generale aggiunto (2005) del consiglio di amministrazione dell’Associazione federale delle banche tedesche; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2008 al 28 febbraio 2014: Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; membro supplente del Comitato amministrativo della Corte (2008); membro della Sezione II “Politiche strutturali, Trasporti ed Energia” (2010); decano della Sezione II e membro del Comitato amministrativo della Corte (2011); membro designato dalla Corte dei conti europea nel collegio dei revisori dei conti del Meccanismo europeo di stabilità (2012).
  • 07.05.2004 - 02.10.2016

    Kersti KALJULAID

    Kersti KALJULAID

    Nata a Tartu nel 1969; laurea di primo livello in biologia (genetica) presso l’Università di Tartu, Estonia (1992); master in gestione d’impresa (2001); ha lavorato presso Hansapank Markets (divisione per gli investimenti bancari) come membro associato (1998). Consulente in materia di politica economica presso il Gabinetto del Primo Ministro estone, responsabile delle relazioni con l’FMI e altre istituzioni finanziarie multilaterali (BERS, NIB, Banca mondiale); ha partecipato alla preparazione della riforma del sistema pensionistico (1999); direttrice finanziaria della centrale elettrica di Iru (2002); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 10 ottobre 2016: assegnata al Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; presidente del Comitato amministrativo della Corte (2006); membro del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2008); membro del comitato congiunto di audit di Europol; Membro responsabile della DAS nell’ambito della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2010); investitura alla presidenza della Repubblica di Estonia, per un mandato di cinque anni, il 10 ottobre 2016.
  • 01.01.2017 - 31.12.2022

    Juhan PARTS

    Juhan PARTS

    Nato a Tallinn, in Estonia, nel 1966; ha studiato presso l’Università di Tartu e si è laureato cum laude in giurisprudenza. Prima di diventare Membro della Corte dei conti europea, Juhan Parts è stato primo ministro dell’Estonia (2003-2005) e revisore generale presso l’Ufficio nazionale di revisione dei conti dell’Estonia (1998-2002). Gli incarichi di Juhan Parts presso la Corte hanno riguardato la difesa e gli affari esteri. È stato responsabile di numerose relazioni speciali, tra cui quelle in tema di sostegno dell’UE allo Stato di diritto nei Balcani occidentali e di riduzione della grande corruzione in Ucraina. Ha inoltre presieduto il Gruppo di riflessione sulle prospettive future per la Corte dei conti europea ed è stato membro del comitato consultivo in materia di strategia e prospettiva.
  • 18.10.1977 - 17.05.1986

    Michael MURPHY

    Michael MURPHY

    Nato a Cork il 19 gennaio 1919; diversi incarichi nell’amministrazione pubblica (1937); funzionario amministrativo poi amministratore principale aggiunto al ministero delle Finanze (1946); amministratore principale (1962) e sottosegretario aggiunto per il Bilancio dello Stato (1968); sottosegretario, capo divisione Spesa pubblica, incaricato di tutte le questioni relative alla spesa pubblica (1971). Segretario generale al ministero delle Finanze; direttore della Banca centrale irlandese; governatore supplente della Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo; membro del gruppo di coordinamento delle politiche economiche e finanziarie a breve termine (CEE); membro del National Economic and Social Council; membro del National Science Council; membro del consiglio direttivo e del comitato esecutivo dell’Istituto di ricerca economica e sociale; revisore dei conti per diversi stanziamenti di bilancio, compresi quelli assegnati al Gabinetto del ministro delle Finanze (1976); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 17 maggio 1986; Presidente dal 1977 al 1981; deceduto il 28 marzo 2009.
  • 18.05.1986 - 09.02.1994

    Richie RYAN

    Richie RYAN

    Nato a Dublino il 27 febbraio 1929; laurea in Economia, diritto e scienze politiche dell’Università di Dublino; giurista nel settore commerciale e fiscale; direttore di impresa; membro del Consiglio dei ministri dell’Economia e delle Finanze; governatore del Fondo monetario internazionale e della Banca europea per gli investimenti; ministro delle Finanze e dei servizi pubblici (1973). Presidente del Consiglio (1975); deputato al Parlamento europeo (1977); primo vicepresidente del Parlamento europeo (1984); Membro della Corte dei conti europea dal 18 maggio 1986 al 9 febbraio 1994; deceduto il 17 marzo 2019.
  • 10.02.1994 - 29.02.2000

    Barry DESMOND

    Barry DESMOND

    Nato a Cork nel 1935; Master in commercio presso l’Università nazionale di Irlanda; membro dell’Istituto degli ingegneri industriali; Education and industrial officer al Congresso dei sindacati irlandesi (1961); deputato al Parlamento irlandese (1969); delegato all’Assemblea del Consiglio d’Europa (1973); Deputy Leader del partito laburista irlandese (1981). Membro della Commissione dei conti pubblici (1987); deputato al Parlamento europeo: vicepresidente della commissione economica, monetaria e della politica industriale; vicepresidente del gruppo del partito dei Socialisti europei; membro delle delegazioni PE-APC e PE-USA (1989); Membro della Corte dei conti europea dal 10 febbraio 1994 al 29 febbraio 2000: responsabile del settore FEAOG-Orientamento, Ricerca; decano del gruppo di audit I, responsabile del settore “FEAOG I (Prodotti animali, zucchero, pesca)” (1996).
  • 01.03.2000 - 09.02.2010

    Máire GEOGHEGAN-QUINN

    Máire GEOGHEGAN-QUINN

    Nata a Carna, Contea di Galway, il 5 settembre 1950; laurea presso il Carysfort Teacher Training College di Blackrock, Contea di Dublino, Irlanda; deputata al Parlamento irlandese (Dáil Éireann) (1975); segretaria parlamentare del Ministro dell’Industria, del commercio e dell’energia (1977); sottosegretaria di Stato (Minister of State) nello stesso ministero (1978); prima donna a ricoprire la carica di Ministro dalla fondazione dello Stato; ministra per il Gaeltacht (1979). Sottosegretaria di Stato all’Istruzione (1982); presidente della prima Commissione parlamentare interpartitica per i diritti della donna (1982); membro della Commissione interpartitica sulla rottura del rapporto coniugale; sottosegretaria di Stato per gli affari comunitari (1987); responsabile del coordinamento nel corso del semestre di presidenza irlandese dell’UE (1990); presidente della commissione interministeriale della politica dell’Unione europea nonché dei Consigli dell’Unione europea Bilancio, Cultura, Sviluppo e Telecomunicazioni durante la presidenza irlandese; ministra per il Turismo, i Trasporti e le Comunicazioni; responsabile di 11 delle principali società irlandesi di proprietà dello Stato (1992); ministra della Giustizia (1993), membro della delegazione del governo irlandese incaricata di negoziare con il governo britannico la “dichiarazione comune sulla pace e la riconciliazione in Irlanda” del dicembre 1993; consulente d’impresa nel settore privato; direttrice senza incarichi esecutivi presso due delle principali società irlandesi; editorialista per l’Irish Times e collaboratrice del canale televisivo di lingua irlandese TG4 (1997); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2000 al 9 febbraio 2010; responsabile dell’audit relativo al settore “Prodotti di origine animale e vegetale dell’UE, altre spese del FEAOG ed azioni nel settore agricolo” (2000); responsabile del settore ADAR (Sviluppo audit e relazioni) della Corte; decana del gruppo CEAD (Coordinamento, valutazione, affidabilità, sviluppo) (2002); membro del Gruppo di audit III “Azioni esterne” (2006); membro del Comitato amministrativo della Corte sin dalla sua istituzione (2009).
  • 31.03.2010 - 29.02.2012

    Eoin O'SHEA

    Eoin O'SHEA

    Nato nella Contea di Galway, Irlanda, nel 1976; Chartered Accountant presso l’Institute of Chartered Accountants; membro dell’Irish Taxation Institute; diploma in diritto commerciale, Law Society of Ireland, Irlanda; diploma in studi giuridici, Honorable Society of King’s Inns, Irlanda; titolo di Barrister at Law, Honorable Society of King’s Inns, Irlanda; diploma in contenzioso commerciale, Law Society of Ireland; diploma in diritto fallimentare e ristrutturazioni aziendali, Law Society of Ireland; Chartered accountant presso la Deloitte & Touche, Dublino (1996). Presidente del Ground Marketing Group (Havas Plc/Ground 4D Ireland) (2000); presidente dell’Institute of Management Consultants irlandese (2005); amministratore delegato dell’Institute of Directors irlandese (2006); membro del comitato di audit della An Garda Siochána (polizia irlandese) (2009); Membro della Corte dei conti europea dal 31 marzo 2010 al 29 febbraio 2012; membro del Gruppo di audit III “Azioni esterne”; membro della Sezione IV “Entrate, Ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell’Unione europea”; Membro supplente della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo”; Membro relatore per quanto concerne il lavoro della Corte sulle Agenzie dell’UE.
  • 01.03.2012 - 28.02.2018

    Kevin CARDIFF

    Kevin CARDIFF

    Nato a Dublino il 24 febbraio 1961; Bachelor of Arts (Laurea), Università di Washington (1983); Master in Economia e commercio, University College di Dublino (1991); Diploma in diritto finanziario applicato, Law Society of Ireland (2003). Segretario generale, Ministero delle Finanze (2010-2012); vicesegretario generale, Ministero delle Finanze (2006-2010). Vicesegretario, Politica fiscale, Ministero delle Finanze (2005-2006); vicesegretario, Servizio Attività bancarie, Finanza e affari internazionali, Ministero delle Finanze (2001-2005); direttore, Unità politica centrale per la libertà d’informazione e l’etica, Ministero delle Finanze (1999-2001); direttore, Sezione Bilanci amministrativi, Ministero delle Finanze (1998- 1999); vicedirettore, Politica pensionistica per il pubblico impiego, Ministero delle Finanze (1996-1998); vicedirettore, Unità Politica monetaria e tassi di cambio, Ministero delle Finanze (1989-1996); dirigente amministrativo, trattamento del debito pubblico interno (vice responsabile in materia di buoni del tesoro), Ministero delle Finanze (1988-1989); dirigente amministrativo, Statuto della funzione pubblica, Ministero delle Finanze/Ministero della Funzione pubblica (1986-1988); dirigente amministrativo, Politiche salariali, Ministero della Funzione pubblica (1984- 1986). Oltre alle mansioni sopra citate, negli ultimi anni Kevin Cardiff ha ricoperto una serie di incarichi specifici, tra cui: membro della Commissione della Banca centrale d’Irlanda; direttore supplente e direttore della Banca europea per gli investimenti; Presidente e membro del Gruppo Strategia fiscale del governo irlandese; rappresentante dell’Irlanda presso il Gruppo “Codice di condotta” in materia di politica fiscale dell’UE; membro titolare e supplente del Comitato per i servizi finanziari dell’UE. Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2012 al 28 febbraio 2018: membro della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; membro della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo” e responsabile dello sviluppo e del riesame dell’audit; membro della Sezione IV “Regolamentazione dei mercati e economia competitiva”.
  • 01.01.1981 - 17.10.1983

    Georges VITALIS

    Georges VITALIS

    Nato ad Atene nel 1924; laurea in giurisprudenza presso l’università di Atene; avvocato (1949); giudice di pace (1952); giudice a latere al tribunale di primo grado (1954); giudice presso le Nazioni unite nominato dal Governo greco (1962); presidente del tribunale di primo grado (1965); giudice di Corte d’appello (1967); consigliere presso la Corte dei conti (1975). Vicepresidente della Corte dei conti, responsabile del controllo delle finanze pubbliche e delle persone giuridiche di diritto pubblico (1980); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1981 al 17 ottobre 1983; deceduto il 10 settembre 2013.
  • 18.10.1983 - 20.12.1989

    Stergios VALLAS

    Stergios VALLAS

    Nato a Platanos Trikalon nel 1926; laurea in giurisprudenza presso l’università di Atene (1952); specializzazione in diritto commerciale ed europeo all’università di Parigi; funzionario in ruolo presso il ministero delle Comunicazioni (direzione generale delle Poste) (1948); avvocato del Foro di Atene (1955). Giudice di pace (1956); giudice a latere poi giudice al tribunale di primo grado (1957); presidente del tribunale di primo grado (1970); giudice della Corte d’appello e sindaco di Salonicco (1974); consigliere presso la Corte dei conti (1979); membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1983 al 20 dicembre 1989; deceduto il 9 novembre 2003.
  • 21.12.1989 - 31.12.1995

    Constantinos ANDROUTSOPOULOS

    Constantinos ANDROUTSOPOULOS

    Nato a Pyrgos Ilia nel 1923; laurea in giurisprudenza presso l’università di Atene; avvocato ad Atene (1952); giudice a latere poi giudice al tribunale di primo grado (1954); giudice a latere al Consiglio giuridico dello Stato (1964); membro del Consiglio giuridico dello Stato al ministero per il Coordinamento (ministero dell’Economia nazionale) e al ministero della Cultura e delle scienze, degli Affari esteri, dell’Agricoltura e della Difesa nazionale (1969). Partecipa all’Academy of International Law dell’Università di Dallas (1972); prende parte ai negoziati per l’adesione della Grecia alle Comunità europee tenutisi presso la rappresentanza permanente della Grecia a Bruxelles (1975); consigliere giuridico presso il ministero dell’Agricoltura (1976); membro della Corte dei conti europea dal 21 dicembre 1989 al 31 dicembre 1995; deceduto il 1° gennaio 1998.
  • 01.01.1996 - 31.12.2001

    Kalliopi NIKOLAOU

    Kalliopi NIKOLAOU

    Nata ad Assos-Korinthos nel 1937; laurea in scienze economiche all’Università di Bonn; master in scienze economiche all’Università di Berkeley; dottorato in scienze economiche all’Università di Bonn; esperta e ricercatrice principale presso il Centro di pianificazione e Ricerche economiche, responsabile del settore dell’industria. Deputata al Parlamento europeo, coordinatrice per il bilancio (1981); presidente della Società fondiaria dello Stato ellenico; ambasciatrice-rappresentante permanente della Grecia presso l’OCSE (1993); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2001: responsabile del controllo FEAOG-Garanzia 2.
  • 01.01.2002 - 31.12.2013

    Ioannis SARMAS

    Ioannis SARMAS

    Nato sull’isola di Kos il 21 marzo 1957; laurea in giurisprudenza presso l’università di Atene, migliore del corso (1975); diplomi di approfondimento post-laurea presso l’università di Parigi II-Sorbona in diritto penale (1980), diritto pubblico (1982) e finanze pubbliche (1983). Insegna metodologia del diritto e finanze pubbliche presso la Scuola nazionale della pubblica amministrazione greca (1989) e giurisprudenza della Corte di giustizia delle Comunità europee e della Corte europea dei diritti dell’uomo presso la Scuola nazionale greca della magistratura (1997); dottorato di Stato in giurisprudenza (1985, con menzione speciale); partecipa ai concorsi pubblici per la selezione di magistrati organizzati in Grecia dal Consiglio di Stato e dalla Scuola nazionale della pubblica amministrazione (primo classificato in entrambi i concorsi); magistrato presso il Consiglio di Stato greco (1987); magistrato presso la Corte dei conti greca (1993) poi vicepresidente della stessa; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2002 al 31 dicembre 2013: decano della Sezione I della Corte “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; incaricato dell’audit della Banca centrale europea, della Banca europea per gli investimenti nonché delle spese di funzionamento delle istituzioni e degli organismi dell’Unione europea e di quelle delle Scuole europee; Membro responsabile dello sviluppo della metodologia della Corte; settore della ricerca; presidente del comitato per il controllo delle attività esterne dei Membri della Corte; membro e presidente del comitato di audit di Europol.
  • 27.01.1986 - 09.02.1994

    Josep SUBIRATS

    Josep SUBIRATS

    Nato a Tortosa il 1° maggio 1920; laurea in scienze economiche; perito contabile; revisore dei conti; docente di politica fiscale delle imprese all’Università autonoma di Barcellona; direttore del quotidiano El Pueblo (1936); direttore del periodico Ara; senatore all’assemblea costituente (1977). Membro della commissione congiunta Senato - Congresso per le questioni di bilancio, finanziarie e relative al bilancio del Senato; rieletto senatore per la provincia di Tarragona (1979); vicepresidente della commissione per i bilanci; membro delle commissioni delle finanze, dei bilanci, della sanità e della previdenza sociale, dello statuto, della presidenza e della deputazione permanente del Senato; membro della delegazione dei rappresentanti dell’Assemblea dei parlamentari di Catalogna che hanno negoziato lo statuto autonomo della regione con la commissione costituzionale del Congresso; portavoce e segretario del gruppo parlamentare “Catalogna democrazia e socialismo”; membro della sezione permanente del gruppo socialista e coordinatore delle attività di questo gruppo nei settori economico, finanziario e di bilancio; membro delle commissioni senatoriali incaricate di riferire in merito al bilancio generale dello Stato e delle commissioni consultate sui progetti di legge in materia fiscale ed economica (1978); rappresentante del Senato presso la Repubblica federale di Germania e il Consiglio d’Europa per le questioni fiscali ed economiche; presidente della sezione di controllo e membro della commissione amministrativa (Comisiὀn de Gobierno) della Corte dei conti spagnola; Membro della Corte dei conti europea dal 27 gennaio 1986 al 9 febbraio 1994.
  • 10.02.1994 - 29.02.2000

    Antoni CASTELLS

    Antoni CASTELLS

    Nato a Barcellona il 24 settembre 1950; laurea in scienze economiche; docente all’Università di Barcellona; titolare della cattedra di Finanze pubbliche (1989); presidente di una delle due camere della Sindicatura de Comptes de Catalunya (1984-1989). Deputato al parlamento catalano; membro della commissione per i bilanci (1992-1994); Membro della Corte dei conti europea dal 10 febbraio 1994 al 29 febbraio 2000: responsabile del settore “Risorse proprie” e del settore “Settore regionale – Trasporti – Turismo” (1996).
  • 01.03.2000 - 28.02.2006

    Juan Manuel FABRA VALLÉS

    Juan Manuel FABRA VALLÉS

    Nato a Tortosa il 4 febbraio 1950; laurea presso la Universidad Complutense di Madrid; presidente della branca del Partito popolare di Tarragona (1978); membro del parlamento di Tarragona; membro dell'Assemblea dell'Atlantico del Nord (1982). Portavoce del Gruppo popolare di Tortosa (1979); presidente regionale della branca catalana del Partito popolare; membro del Comitato esecutivo nazionale del Partito popolare (1986); vicepresidente del gruppo del Partitolo popolare europeo presso l’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (1989); membro dell'Assemblea dell'Unione dell'Europa occidentale (1991); commissione per il controllo di bilancio, commissione per gli affari esteri, la sicurezza e la politica di difesa (1994); Membro della Corte dei conti europea dal 2000 al 2006: Presidente dal 2002 al 2005; deceduto il 16 aprile 2012.
  • 01.03.2006 - 29.02.2012

    Juan RAMALLO MASSANET

    Juan RAMALLO MASSANET

    Nato a Palma di Maiorca nel 1943; laurea in giurisprudenza presso l’Universidad Complutense di Madrid; professore associato e ricercatore all’Universidad Complutense di Madrid (1969); docente all’Università di Valladolid (1976) e all’Università delle Isole Baleari (1977); preside della Facoltà di giurisprudenza (1978). Magistrato supplente della Corte superiore di giustizia delle Isole Baleari (1979); vice-rettore dell'Università delle Isole Baleari (1980); membro del Parlamento spagnolo (1982); presidente della commissione per l’economia, il commercio e le finanze (1983); membro delle commissioni parlamentari per i bilanci e per gli affari esteri e membro della commissione congiunta Camera/Senato incaricata delle relazioni con la Corte dei conti per l’esame della contabilità nazionale (1984); rappresentante del parlamento spagnolo alle riunioni dell’Unione interparlamentare (1985); consulente dell’Istituto di studi fiscali, facente capo al ministero delle Finanze; partecipa alla stesura della “Relazione sulla gestione economico-finanziaria della spesa pubblica in Spagna” (1990); incaricato della preparazione e redazione dei ricorsi dinanzi alla Corte costituzionale contro le leggi di accompagnamento del bilancio nazionale spagnolo (1997); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2006 al 29 febbraio 2012, assegnato al Gruppo di audit IV “Entrate, attività bancarie, spese di funzionamento, istituzioni e organismi comunitari, politiche interne”.
  • 18.10.1977 - 20.12.1989

    Pierre LELONG

    Pierre LELONG

    Nato a Parigi il 22 maggio 1931; laurea in giurisprudenza; diploma presso l’Istituto di studi politici di Parigi; studi presso la Scuola nazionale di amministrazione, sezione Economia e finanze (1956); ministero delle Finanze (1958); segretariato generale per le questioni interministeriali di cooperazione economica (1961). Capo progetto presso il Gabinetto del primo ministro (1962); Consigliere presso la Corte dei conti francese; direttore del Fonds d’orientation et de régulation des marchés agricoles (1967); deputato per il Finistère (1968); sottosegretario alle Poste e telecomunicazioni (1974); amministratore della Caisse nationale de crédit agricole e di Air France; Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 20 dicembre 1989; Presidente dal 1981 al 1984.
  • 21.12.1989 - 16.12.1995

    Daniel STRASSER

    Daniel STRASSER

    Nato a Parigi il 10 giugno 1929; diploma presso l’Istituto di studi politici di Parigi (1950); laurea in scienze economiche, diploma di studi superiori in diritto pubblico; capo progetto alla presidenza del Consiglio, Gabinetto del segretario generale del governo incaricato del ministero degli Affari esteri (1953). Distaccato alla Commissione della Comunità economica europea (Mercato comune) in qualità di amministratore principale presso il segretariato esecutivo; assistente del direttore generale dell’Amministrazione (1959); direttore degli Affari interni (1963); direttore dell’Amministrazione (1968); direttore del Personale (1970); direttore per i Bilanci (1973); direttore generale per i Bilanci della Commissione delle Comunità europee (1977); Consigliere alla Corte dei conti in servizio straordinario; delegato per lo spazio aereo (1986); presidente dell’Association nationale des docteurs ès sciences économiques, presidente dell’ufficio esecutivo (1978); professore (terzo ciclo) di finanze pubbliche europee presso il Collège d’Europe a Bruges (1981); professore al Centre européen universitaire di Nancy; professore ospite all’Università di Strasburgo (1983); Membro della Corte dei conti europea dal 21 dicembre 1989 al 16 dicembre 1995; deceduto il 16 dicembre 1995.
  • 01.01.1996 - 31.12.2007

    Jean-François BERNICOT

    Jean-François BERNICOT

    Nato a Parigi il 5 marzo 1948; ingegnere dell’Accademia navale, diploma presso l'École d’administration des affaires maritimes (Francia) e la Harvard’s John F. Kennedy School of Government (Stati Uniti); vari incarichi presso il ministero della Difesa, il ministero dei Trasporti e degli affari marittimi, nonché presso la Missione interministeriale del mare (1968). Auditor alla Corte dei conti francese, poi referendario, incaricato del controllo dei ministeri dell’Istruzione e della Ricerca, nonché dei ministeri degli Affari esteri e della Cooperazione; partecipa alla revisione contabile esterna dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e dell’Organizzazione meteorologica mondiale (1987); membro dei comitati INTOSAI ed EUROSAI (1988); relatore alla Corte di disciplina di bilancio e finanziaria (1990); capo progetto presso la presidenza della Corte dei conti francese per la creazione del servizio degli Affari internazionali ed europei, poi delegato nelle funzioni di vicesegretario generale della Corte (1993); membro della Camera nazionale di disciplina dei commissari ai conti del settore privato; rappresentante dell’Ordine degli esperti contabili francesi in seno al comitato del settore pubblico della Federazione internazionale degli esperti contabili (IFAC); docente (terzo ciclo) di finanze pubbliche comunitarie presso l’Università di Parigi I; professore a contratto presso la Scuola nazionale di amministrazione (ENA); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2007: responsabile dell’audit delle risorse proprie dell’UE e dei rimborsi agli Stati membri; incaricato della creazione di un nuovo settore di audit “Sviluppo rurale, pesca e mare” (2000); decano del gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”, incaricato dell’audit dei mercati dei prodotti di origine animale e vegetale, nonché dello sviluppo rurale e del settore della pesca e del mare (2002).
  • 01.01.2008 - 31.12.2013

    Michel CRETIN

    Michel CRETIN

    Nato a Lons-Le-Saunier il 17 agosto 1942; diploma presso la Scuola di studi commerciali superiori (HEC) e la Scuola nazionale di amministrazione (ENA); magistrato della Corte dei conti francesi (1969); rappresentante del presidente della Corte dei conti francesi, in qualità di direttore del collegio dei revisori dei conti dell’ONU a New York (1986). Direttore della missione del Commissariato ai conti dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) a Ginevra (1989); rappresentante permanente a Roma della presidenza della Corte dei conti francese e direttore dell’audit esterno dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura e del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (1994); nominato membro del collegio internazionale dei revisori dei conti dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico a Bruxelles (1998); presidente della sesta sezione della Corte dei conti francese (2005); parallelamente alle funzioni svolte presso la Corte dei conti francese, è stato rappresentante francese presso il comitato del settore pubblico della federazione internazionale degli esperti contabili (IFAC) (1989); membro del comitato incaricato di definire norme di contabilità generale dello Stato francese; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2013: membro del gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” (2008); decano della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” e membro del Comitato amministrativo (2010).
  • 01.01.2014 - 31.12.2019

    Danièle LAMARQUE

    Danièle LAMARQUE

    Nata a Bayonne il 22 gennaio 1953; diploma presso la Scuola nazionale di amministrazione (ENA). Magistrato della Corte dei conti francese (1984); in seguito, presidente di due corti dei conti regionali (Rouen e Marsiglia). Presidente (2020 2021) della Società europea di valutazione, membro di vari gruppi di riflessione e reti accademiche.
  • 15.07.2013 - 14.07.2019

    Neven MATES

    Neven MATES

    Nato a Zagabria nel 1951; laurea presso la Facoltà di scienze politiche, Università di Zagabria (1975); master in Economia, Facoltà di commercio estero, Università di Zagabria (1981); dottorato in Economia, Facoltà di Economia, Università di Zagabria (1988); borsista Fulbright post-dottorato, North Western University, Evanston, IL, USA (1990). Diversi incarichi di ricerca, tra cui capo della divisione di politica monetaria e ricercatore principale, Istituto di Economia, Zagabria, Croazia (fino al 1992); membro di comitati consultivi sulla politica macroeconomica e sulle riforme strutturali istituiti dal governo federale dell’ex Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia (fino al 1989); membro del direttivo dell’agenzia di risanamento bancario del governo dell’ex Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia (fino al 1990); consulente del Governatore della Banca nazionale di Croazia per l’introduzione della prima moneta croata dopo la dichiarazione dell’indipendenza della Croazia (fino al 1992); specialista in politica di bilancio per il Pakistan, dipartimento Affari fiscali dell’FMI (fino al 1993), specialista in politica di bilancio per la Polonia, dipartimento Affari fiscali dell’FMI (fino al 1995); economista responsabile dell’ex Repubblica jugoslava di Macedonia, dipartimento europeo dell’FMI (fino al 1997); economista responsabile per la Slovacchia, dipartimento europeo dell’FMI (fino al 1999); capo della missione dell’FMI per l’Albania (2000); capo della missione dell’FMI per la Romania (fino al 2004); rappresentante residente principale, capo dell’ufficio dell’FMI a Mosca, Russia (fino al 2009); capo della missione dell’FMI in Bielorussia in concomitanza con l’incarico a Mosca (fino al 2009); funzionario del FMI, Washington DC, USA (1992-2009); Consulente principale, Banca nazionale croata (2009-2013). 2013 – È stato nominato Membro della Corte dei conti europea e assegnato alla Sezione IV – Entrate, Ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell’Unione europea.
  • 18.10.1977 - 31.12.1992

    Aldo ANGIOI

    Aldo ANGIOI

    Nato a Roma l’11 aprile 1927; laurea in giurisprudenza (1947); vincitore di concorso di gruppo A del ministero del Lavoro e della previdenza sociale (1949); magistrato della Corte dei conti (1953); consigliere della Corte dei conti (1970). Membro del Collegio internazionale dei revisori dei conti della NATO (1973); presidente del Collegio internazionale dei revisori dei conti della NATO (1974); membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 31 dicembre 1992: presidente 1990-1992. Deceduto il 24 ottobre 2020.
  • 01.01.1993 - 28.02.2006

    Giorgio CLEMENTE

    Giorgio CLEMENTE

    Nato a Roma il 18 dicembre 1939; laurea in giurisprudenza all’Università di Roma e specializzazione in diritto del lavoro presso la stessa università; esercita funzioni direttive presso i ministeri della Difesa, delle Poste, dei Lavori pubblici e dei Trasporti (1962). Giudice presso la Corte dei conti italiana, assegnato al Servizio delle relazioni internazionali e comunitarie e alla 1a sezione giurisdizionale in materia di contabilità pubblica, nonché all’ufficio incaricato del coordinamento dei controlli ex post (1972); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1993 al 28 febbraio 2006: responsabile del settore orizzontale del FEAOG-Garanzia (procedure di gestione e di controllo del bilancio e questioni di carattere generale); responsabile del settore “Fondi europei di sviluppo” (1996).
  • 01.03.2006 - 28.11.2011

    Massimo VARI

    Massimo VARI

    Nato a Frosinone il 23 ottobre 1937; laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; magistrato della Corte dei conti italiana (1972) con diverse funzioni presso le sezioni Controllo, Procura generale (1973) e Enti locali, nonché diverse Sezioni giurisdizionali (1980). Giudice della Corte costituzionale italiana (1993) e vicepresidente della medesima (2001); presidente di Sezione della Corte dei conti italiana, responsabile dell’Ufficio di coordinamento delle Sezioni regionali di controllo e Membro del Collegio delle Sezioni riunite per i giudizi sui rendiconti generali dello Stato e delle Regioni e province a statuto speciale, nonché per i vari referti al Parlamento (2002); tiene corsi di diritto costituzionale, contabilità pubblica e di Stato nonché di diritto amministrativo e costituzionale presso varie università; relatore in convegni internazionali; membro di molte commissioni pubbliche e gruppi di studio a partire dagli anni ottanta; presidente del Comitato di indirizzo tecnico-scientifico, istituito presso il ministero dell’Interno per esaminare le funzioni fondamentali degli enti locali (2003); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2006 al 28 novembre 2011: assegnato al Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; membro della Sezione II “Politiche strutturali, trasporti ed energia” (2010); deceduto il 18 giugno 2013.
  • 2.11.2004 - 1.11.2010

    Kikis KAZAMIAS

    Kikis KAZAMIAS

    Nato a Lefkoniko-Famagosta, il 27 agosto 1951; laurea in economia presso la Hochschule für Ökonomie di Berlino, con specializzazione in commercio estero e relazioni economiche internazionali; dirigente responsabile delle importazioni presso una grande impresa commerciale (1977). Dirigente di una società familiare (1984); eletto deputato al Parlamento cipriota (1991) in rappresentanza del Partito progressista dei lavoratori, e rieletto nel 1996; membro della commissione parlamentare per le finanze e il bilancio e della commissione per il commercio, l’industria ed il turismo (1991); membro della commissione parlamentare per le comunicazioni ed i lavori pubblici (1991); membro della commissione parlamentare congiunta UE/Cipro; rappresenta il Parlamento cipriota a diverse riunioni internazionali all’estero (1996); direttore generale del principale organismo finanziario cooperativo di Cipro (1997); presidente dell’Investments Group of the Co-Operative Societies (1999); eletto sindaco di Famagosta; diventa anche presidente del Comitato dei comuni sotto occupazione e primo vicepresidente dell’Unione dei comuni di Cipro (2001); nominato ministro delle Comunicazioni e dei lavori pubblici dal Presidente della repubblica di Cipro (2003); nominato inoltre membro del consiglio per il controllo interno; in qualità di ministro, partecipa alle riunioni del Consiglio dei ministri dell’Unione europea per i trasporti, lo sviluppo, gli affari marittimi e le telecomunicazioni; si dimette da tale carica nell’aprile 2004; Membro della Corte dei conti europea dal 2 novembre 2004 al 1° novembre 2010: responsabile del Gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; membro del Comitato amministrativo della Corte (2004); membro della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” (2010).
  • 2.11.2010 - 1.11.2022

    Lazaros S. LAZAROU

    Lazaros S. LAZAROU

    Nato a Liopetri (Famagosta) il 10 gennaio 1958; Membro dell’Associazione internazionale dei contabili certificati iscritti all’albo (Association of Chartered Certified Accountants – ACCA); Master in amministrazione pubblica presso la Kennedy School of Government, Università di Harvard; Laurea in economia presso l’Università di Hull, Regno Unito. Formazione ed esperienza come contabile/auditor professionista presso società di revisione dei conti nel Regno Unito e a Cipro. Esperienza professionale: Agenzia delle entrate della Repubblica di Cipro (1989 1999); Ragioniere generale della Repubblica di Cipro (2000 2010); Membro della Corte dei conti europea (2010 2022). In qualità di Membro della Corte dei conti europea: Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” (11.2010-04.2012); Sezione II, “Politiche strutturali, trasporti ed energia” (05.2012-01.2014); Sezione CEAD in rappresentanza prima della Sezione I e poi della Sezione II (01.2011-01.2014); Membro permanente della Sezione CEAD (02.2014-05.2016); Decano della Sezione V (06.2016-02.2020); Sezione II “Investimenti a favore della coesione, dello sviluppo e dell’inclusione” (02.2020-10.2022). Per sei anni, è stato inoltre il Membro responsabile per la relazione annuale (02.2014-02.2020).

  • 07.05.2004 - 06.05.2016

    Igors LUDBORŽS

    Igors LUDBORŽS

    Nato a Jūrmala il 4 giugno 1964; dottorato in Scienze contabili presso l’Università di Vilnius; diploma post-universitario in diritto tributario internazionale presso l’Università Robert Kennedy e diploma universitario in contabilità e analisi operativa presso l’Università della Lettonia; professore incaricato e, in seguito, professore ordinario presso l’Istituto di scienze contabili dell’Università della Lettonia (1985). Direttore finanziario della joint venture lettone-tedesca IP Riga (1990); auditor e, successivamente, audit manager presso la filiale lettone della società Coopers & Lybrand (1993); vicedirettore e poi direttore del dipartimento di audit interno della Parex Bank (1997); amministratore delegato del proprio studio di revisione contabile (2003); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2016; Gruppo di audit IV “Risorse proprie, attività bancarie, spese di funzionamento, istituzioni e organismi comunitari e politiche interne” (2004); membro del Comitato amministrativo; decano della sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo”, principalmente responsabile della qualità dell’audit e del sostegno; membro del Comitato amministrativo (2012); vicepresidente e presidente del Collegio dei revisori del Meccanismo europeo di stabilità.
  • 07.05.2004 - 06.05.2010

    Irena PETRUŠKEVIČIENĖ

    Irena PETRUŠKEVIČIENĖ

    Nata a Šakiai il 15 ottobre 1957; laurea in economia presso l’Università di Vilnius; revisore certificato in Lituania e membro dell’Association of Chartered Certified Accountants del Regno Unito. Partecipa ai seguenti seminari e corsi di formazione: programma intensivo di “formazione dei formatori” in contabilità internazionale; revisione dei conti, sistemi informatici e finanziamento di imprese (Centro per lo sviluppo contabile internazionale dell’Università del Texas (USA), Università di Vilnius (Lituania) e Soros Foundation di New York (USA); princìpi contabili, contabilità analitica e gestionale e gestione finanziaria (Dipartimento di contabilità presso la Depaul University di Chicago – USA); contabile in una impresa tessile di Vilnius (1980); capo della divisione industriale del Centro informatico lituano di statistica (1983); docente presso l’Università degli Studi economici di Vilnius (1987); senior auditor, manager e dirigente presso PricewaterhouseCooper (1994); capo del servizio assicurazioni e vicedirettrice (2003); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010; assegnata al Gruppo di audit IV “Entrate, attività bancarie, spese di funzionamento, istituzioni e organismi comunitari, politiche interne”; membro e successivamente presidente del comitato di audit interno della Corte (2005); membro del Gruppo CEAD (Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo) e rappresentante del Gruppo IV; decana del Gruppo IV (2007).
  • 07.05.2010 - 15.06.2016

    Rasa BUDBERGYTĖ

    Rasa BUDBERGYTĖ

    Nata a Plungė, l’8 maggio 1960; laurea summa cum laude in giurisprudenza e specializzazione in diritto civile presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Vilnius (1983); direttrice generale della giunta comunale di Marijampolė (1983); ispettrice capo presso l’Unità per le questioni dei disabili; consulente esperta presso l’Unità redazione legislativa del ministero della Sicurezza sociale della Repubblica di Lituania (1985). Consigliera presso l’Unità affari legali e contratti del ministero per le Relazioni economiche internazionali (1992); consigliera del primo ministro, governo della Repubblica di Lituania (1993); consulente legale presso la società per azioni “Lelija” (1995); sottosegretaria di Stato, ministero della Giustizia (1997); viceministra della Giustizia, ministero della Giustizia (1998); vice-sottosegretaria, ministero degli Affari interni (2001); sottosegretaria, ministero degli Affari interni (2002); controllore generale, Corte dei conti della Repubblica di Lituania (2005); membro del Comitato direttivo di EUROSAI (Organizzazione delle Istituzioni superiori di controllo delle finanze pubbliche in Europa) (2005); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2010 al 15 giugno 2016; Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; decana della Sezione I (2014).
  • 16.06.2016 - 15.11.2022

    Rimantas ŠADŽIUS

    Rimantas ŠADŽIUS

    Nel 1983, Rimantas Šadžius ha conseguito la laurea con lode in chimica presso l’Università statale Lomonosov di Mosca. Nel 2002, ha conseguito la laurea di secondo livello presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Vilnius. Prima del 2003, Rimantas Šadžius ha maturato esperienza professionale come ricercatore scientifico nel campo della chimica quantistica e della fisica dello stato solido, nonché nella traduzione, redazione e pubblicazione di letteratura scientifica. Dal 1996, ha lavorato anche come consulente contabile e fiscale presso una società privata. La sua carriera presso le istituzioni governative lituane è proseguita come viceministro della Previdenza sociale e del lavoro (2003-2004), viceministro della Sanità (2004-2006) e viceministro delle Finanze (2006-2007). Dalla metà del 2007 fino a fine 2008 è stato ministro delle Finanze della Repubblica di Lituania. Dal 2009 al 2012, è stato docente (di finanza pubblica) presso l’Università di scienze dell’educazione della Lituania ed ha anche lavorato presso una società di servizi editoriali per pubblicazioni scientifiche. Dal dicembre 2012 al giugno 2016 è stato nuovamente ministro delle Finanze ed in tale veste ha servito come Presidente del Consiglio ECOFIN nella seconda metà del 2013. Durante il suo mandato di ministro delle Finanze, la Lituania ha adottato l’euro ed è divenuta il 19° membro della zona euro il 1° gennaio 2015. Dal 16 giugno 2016 al 15 novembre 2022 Rimantas Šadžius è stato Membro della Corte dei conti europea, operando nella Sezione IV (Regolamentazione dei mercati e economia competitiva). Tra altri compiti, è stato responsabile di numerosi audit della Corte sull’unione dei mercati dei capitali, sul meccanismo di risoluzione unico nonché degli audit annuali sulle agenzie dell’UE. Nel 2017, è stato eletto Membro responsabile delle relazioni istituzionali della Corte.
  • 18.10.1977 - 20.12.1989

    Marcel MART

    Marcel MART

    Nato ad Esch-sur-Alzette il 10 maggio 1927; dottorato in giurisprudenza; avvocato presso l’Ordine di Lussemburgo (1953); primo editore dell’agenzia di stampa internazionale Agence Europe (1955); portavoce aggiunto dell’Alta Autorità della Comunità europea del Carbone e dell’Acciaio (1960). Capo dell’Ufficio informazione delle tre Comunità europee a New York (1964); capo del dipartimento Informazioni ai paesi terzi presso la Commissione della Comunità economica europea (1967); Ministro dell’economia, delle classi medie, del turismo, dei trasporti e dell’energia nel governo lussemburghese (1969); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 20 dicembre 1989: presidente della Corte dal 1984 al 1989; deceduto il 15 novembre 2019.
  • 21.12.1989 - 31.12.1995

    Maurice THOSS

    Maurice THOSS

    Nato a Pétange il 19 luglio 1939; laurea in traduzione (1964) e scienze politiche presso l’Università di Ginevra; segretario parlamentare presso la Camera dei deputati (1966). Sottosegretario di Stato all’Occupazione e immigrazione nell’esecutivo guidato da Gaston Thorn (1974); Deputato, membro delle Assemblee parlamentari del Consiglio d’Europa, della UEO e del Benelux; consigliere municipale; presidente delle commissioni Finanza e Lavori pubblici (1979); presidente del Gruppo socialista alla Camera dei deputati; presidente della commissione Economia; vicepresidente della commissione Finanza (1984); Membro della Corte dei conti europea dal 21 dicembre 1989 al 31 dicembre 1995. Deceduto nel 2003.
  • 01.01.1996 - 31.12.2007

    François COLLING

    François COLLING

    Nato ad Esch-sur-Alzette il 5 marzo 1940; laureato in ingegneria elettronica presso il Politecnico federale di Zurigo, Svizzera; ha prestato servizio presso l’Ufficio centrale di misure nucleari di Geel (Belgio) (1965). ha sviluppato sistemi di controllo di processo mediante elaboratore e applicazioni informatiche in seno al gruppo siderurgico ARBED (Lussemburgo) (1975); eletto deputato al Parlamento lussemburghese nel 1979, rieletto nel 1984, 1989 e 1994; presidente del gruppo parlamentare del Partito cristiano-sociale (PCS) dal 1985 al 1995, nonché presidente della commissione finanze e bilancio; presidente della commissione per la ricerca e l’istruzione, promotore e relatore di un dibattito orientativo su una legge concernente la creazione di centri di ricerca pubblici, nonché sulla riforma del Centre Universitaire e dell’Institut Supérieur de Technologie di Lussemburgo; autore di un disegno di legge sulla riforma della Chambre des comptes lussemburghese; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2007: responsabile dell’audit del settore “FEAOG-Orientamento, Ricerca, Energia e politiche nuove” (1996); incaricato dell’audit nel settore “Politiche interne e Ricerca (compresi il JET e il Centro comune di ricerca)”, che comprendeva l’istruzione, la formazione professionale, l’ambiente, i trasporti, la cultura, la tutela dei consumatori e la ricerca (1998); Membro relatore del Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; Decano del Gruppo di audit II (2004).
  • 01.01.2008 - 31.12.2019

    Henri GRETHEN

    Henri GRETHEN

    Nato a Esch-sur-Alzette il 16 luglio 1950; Segretario generale del partito democratico lussemburghese tra il 1981 e il 1990 nonché dal 1994 al 2004. Ministro dell’Economia e ministro dei Trasporti dal 1999 al 2004, ha anche ricoperto brevemente la carica di ministro per il Servizio pubblico nel 2004. Ha rivestito varie funzioni presso la Confédération luxembourgeoise du commerce dal 1976 al 1989, di cui viene nominato Segretario generale nel 1981. Deputato al Parlamento dal 1984 al 1999 e nuovamente dal 2004 al 2008, ha fatto parte della commissione per le finanze e il bilancio dal 1990 al 1999 e, in seguito, è stato nominato presidente della commissione per il controllo dei bilanci. È stato vicepresidente del Parlamento dal 1998 al 1999 e nuovamente dal 2006 al 2007. In qualità di deputato, è stato incaricato di redigere la legge del 1999 che istituiva e disciplinava la Corte dei conti lussemburghese, nonché di rivederla nel 2007; ha presentato entrambi i disegni di legge al Parlamento come relatore. La conseguenza diretta di tale atto giuridico è stata l’istituzione di una Corte dei conti indipendente a Lussemburgo che valutasse la legittimità e regolarità delle entrate e delle spese dello Stato nonché la gestione dei fondi pubblici. Divenuto Membro della Corte dei conti europea il 1° gennaio 2008, da tale data fino al 1° giugno 2010 ha esercitato le proprie funzioni presso il Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia” e come membro del Comitato amministrativo. Il 1° giugno 2010, a seguito della riorganizzazione della Corte, è divenuto membro della Sezione II “Politiche strutturali, trasporti ed energia” e membro supplente del Comitato amministrativo. Dall’ottobre 2013 al settembre 2016 è stato Decano della Sezione II e, quindi, membro a pieno titolo del Comitato amministrativo.
  • 07.05.2004 - 06.05.2010

    Gejza Zsolt HALÁSZ

    Gejza Zsolt HALÁSZ

    Nato a Budapest nel 1947; laurea in scienze finanziarie presso l’Università di scienze economiche Karl Marx di Budapest; partecipa a corsi sulle relazioni economiche internazionali presso l’istituto post laurea di tale università e al programma internazionale di borse di studio per revisori contabili attuato dal General Accounting Office (Ufficio di contabilità generale) degli Stati Uniti. Amministratore aggiunto e successivamente capo dipartimento presso l’Ufficio centrale di statistica ungherese, responsabile delle relazioni internazionali, della pianificazione e della presentazione di relazioni nonché del coordinamento della raccolta dati; capo Gabinetto del presidente (1970); senior auditor presso la Commissione governativa di controllo delle istituzioni finanziarie e delle finanze pubbliche (1984); vice direttore generale e, successivamente, direttore generale dell’audit presso l’Istituzione superiore di controllo ungherese (Állami Számvevőszék), responsabile del controllo delle imprese di proprietà statale, dei fondi previdenziali e dell’assistenza sanitaria, delle privatizzazioni, dei grandi progetti di investimento, degli aiuti esterni, compresi i fondi di preadesione dell’UE, dei beni immobili statali, delle finanze dei partiti politici e delle organizzazioni senza fini di lucro; responsabile delle relazioni internazionali, incaricato in particolare dell’organizzazione del XVIII Congresso dell’Organizzazione internazionale delle istituzioni superiori di controllo (INTOSAI) (1990); capo coordinatore e responsabile di un gruppo di lavoro interministeriale per il controllo finanziario sotto l’egida della commissione interministeriale per l’integrazione europea e del Ministero degli affari esteri; membro dell’Associazione ungherese dei revisori contabili (1996); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010: membro del Gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; decano (2009); membro del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo”; membro supplente del Comitato amministrativo della Corte (2006).
  • 07.05.2010 - 31.08.2017

    Szabolcs FAZAKAS

    Szabolcs FAZAKAS

    Nato a Budapest nel 1947; laurea in economia nel 1971 e Dottorato di ricerca nel 1973 presso l’Università di economia di Budapest; ministero del Commercio estero (1973-1989); viceministro, direttore del Segretariato per le relazioni economiche internazionali (1989-1990). Rappresentante capo per l’Ungheria delle Industrie statali austriache (1990- 1995); vice segretario di Stato, ministero dell’Industria e del Commercio (1995-1996); ambasciatore dell’Ungheria a Bonn (1996); ministro dell’Industria, dell’energia, del commercio e del turismo (1996-1998); rappresentante per l’Ungheria del gruppo DaimlerChrysler (1998-2002); membro del Gruppo nazionale ungherese presso l’Unione interparlamentare (2002- 2004); membro del Parlamento europeo (2004-2009): presidente della commissione di controllo dei bilanci (2004-2006); questore, membro dell’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo (2006-2009); membro della commissione per i bilanci, della commissione di controllo dei bilanci e della delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Croazia; primo vicepresidente del Forum europeo per l’energia; presidente o membro de consiglio di amministrazione di varie organizzazioni civili (“Ungheria in Europa”, “Economia”, “Dialogo europeo”, Consiglio ungherese del “Movimento europeo”, Associazione ungherese degli importatori di autoveicoli); è stato insignito delle seguenti onorificenze: croce di commendatore con stella dell’Ordine al merito della Repubblica di Ungheria, croce di merito su nastro della Repubblica d’Austria e gran croce d’oro di merito della Repubblica federale di Germania; Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2010 al 31 agosto 2017: membro della Sezione II “Politiche strutturali, Trasporti ed Energia” (2010-2012); membro della Sezione III “Azioni esterne” (2012) e membro supplente del Comitato amministrativo. Deceduto il 31 marzo 2020.
  • 07.05.2004 - 06.05.2010

    Josef BONNICI

    Josef BONNICI

    Nato a Birzebbuga il 15 aprile 1953; laurea e dottorato presso la Simon Fraser University in Canada; laurea honoris causa in Giappone presso la Rikkyo University e diploma universitario in economia (BA Honours) presso l’Università di Malta; docente di economia; professore associato. Dal 1980 al 1988, alla Deakin University in Australia, e dal 1988 al 2003 all’Università di Malta; consigliere economico del Primo Ministro di Malta per la politica economica, incaricato in particolare della riforma dell’imposta sul reddito (1988); Segretario di Stato presso il ministro delle Finanze, con mansioni riguardanti principalmente la politica economica (1994); ministro dei servizi economici, responsabile in particolare per la politica di sviluppo economico, dell’Istituto nazionale di statistica, della politica della concorrenza e degli investimenti pubblici, incaricato più specificamente delle aziende operanti nei settori dell’energia elettrica, delle risorse idriche e delle telecomunicazioni, della compagnia aerea nazionale, dei cantieri navali di Malta (Malta Shipyards), dell’aeroporto internazionale di Malta e del porto franco (1995); membro della commissione per i conti pubblici, della commissione per gli affari esteri ed europei e della commissione parlamentare congiunta Malta-UE; ha inoltre rappresentato Malta all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (1992); membro della camera dei rappresentanti di Malta nel 1992, quindi nel 1996, 1998 e nel 2003; osservatore al Parlamento europeo, dove ha partecipato alle riunioni della commissione per i problemi economici e monetari e della commissione per la politica regionale, i trasporti e il turismo (2003); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010, assegnato al Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia” (2004); Membro responsabile della dichiarazione di affidabilità (DAS) della Corte nell’ambito del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2006); Decano del Gruppo CEAD (2008); governatore della Banca centrale di Malta al 1° luglio 2011.
  • 07.05.2010 - 30.09.2016

    Louis GALEA

    Louis GALEA

    Nato a Mqabba il 2 gennaio 1948; laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Malta; avvocato di professione; docente di diritto sociale e di diritto del lavoro presso il dipartimento di Diritto pubblico dell’Università di Malta (1999); insignito di onorificenze dal Regno di Spagna e dalla Repubblica francese, dalla Repubblica di Bulgaria e dalla Repubblica di Cipro. Eletto deputato presso la Camera dei rappresentanti maltese (1976); segretario generale del Partito nazionalista (1977); ministro per lo Sviluppo sociale, responsabile in particolare della sanità e dell’istruzione, dell’occupazione e degli affari interni, compresa la sicurezza nazionale e gli istituti penitenziari, della cultura, delle arti e delle questioni relative alle donne, alla famiglia, all’infanzia e alle persone aventi bisogni specifici (1987); nel corso dei negoziati per l’adesione di Malta all’UE ha co-presieduto la commissione parlamentare congiunta Malta-UE (1998); deputato eletto all’unanimità, è stato presidente (Speaker) della Camera dei rappresentanti (2008); collabora con diverse commissioni parlamentari, tra cui la commissione per i conti pubblici, la Corte dei conti nazionale e il Mediatore; Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2010 al 30 settembre 2016, assegnato alla Sezione IV responsabile della redazione delle relazioni annuali e speciali concernenti l’audit finanziario e controlli di gestione in diversi settori del bilancio dell’UE, come le entrate, le spese amministrative delle Istituzioni e degli organi dell’UE, la ricerca e le politiche interne, nonché la governance finanziaria ed economica; Membro relatore della Corte per le spese amministrative delle Istituzioni e per le Scuole europee (2010); membro del comitato amministrativo; Membro relatore per le agenzie dell’UE e le imprese comuni; decano della Sezione IV (2012).
  • 01.10.2016 - 30.09.2022

    Leo BRINCAT

    Leo BRINCAT

    Nato a Cospicua (Malta) il 26 settembre 1949, ha ottenuto il titolo di socio (“Associate”) al Chartered Institute of Bankers di Londra (ora denominato Institute of Financial Services), di cui poi è stato eletto membro a pieno titolo (“Fellow”). Ha lavorato presso la Barclays Bank DCO, la Mid-Med Bank Ltd e la HSBC Bank Malta plc (1966-2006), divenendo responsabile della ricerca aziendale presso il dipartimento per la strategia aziendale della HSBC Bank Malta plc (1998- 2006) e, in seguito, consulente gestionale per i controlli finanziari interni e la conformità (2007-2013). È stato segretario internazionale del partito laburista maltese e rappresentante del partito nell’Internazionale socialista (1982-1997). Eletto al parlamento maltese nel 1982, ha ricoperto la carica di segretario parlamentare presso il Gabinetto del primo ministro (1986-1987). È stato membro della commissione parlamentare mista Malta-UE per la preadesione (1992-2004); membro della commissione per i conti pubblici (1995-1996); ministro del Commercio (1996-1997); ministro delle Finanze e del commercio (1997-1998); presidente della commissione per i conti pubblici (1998-2003); presidente della commissione per il controllo dei bilanci dell’Ufficio nazionale di audit (1999-2003); membro della commissione per gli affari esteri ed europei (2003-2013); membro della commissione per l’ambiente e lo sviluppo (2010-2013); ministro dello Sviluppo sostenibile, dell’ambiente e dei cambiamenti climatici (2013-2016). È stato Membro della Corte dei conti europea dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2022. Nel 2019 il Consiglio locale di St. Julian’s gli ha conferito un’onorificenza per i servizi resi alla comunità.
  • 18.10.1977 - 31.12.1995

    André MIDDELHOEK

    André MIDDELHOEK

    Nato a Voorburg il 13 dicembre 1931; laurea in scienze economiche all’Università di Amsterdam (1957); membro dell’Ufficio centrale di pianificazione economica del governo olandese (1958); vicedirettore dell’Ufficio centrale di pianificazione economica (1966); docente presso l’Istituto internazionale di studi sociali (1960). Direttore generale per il bilancio dello Stato al ministero delle Finanze; membro/vicepresidente del Comitato di politica economica delle Comunità europee (1969); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 31 dicembre 1995: controllo delle spese nel settore dell’energia, della ricerca e dell’investimento (1977); metodi di lavoro e formazione professionale; relatore generale per la relazione annuale (1981); Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia, sezione “Orientamento”; Programmi integrati mediterranei; coordinamento dei Fondi strutturali; Presidente dal 1993 al 1995.
  • 01.01.1996 - 31.12.2010

    Maarten ENGWIRDA

    Maarten ENGWIRDA

    Nato a Tilburg il 2 giugno 1943; laurea in giurisprudenza conseguita all’Università statale di Groninga; studi di specializzazione nel campo delle relazioni internazionali a L’Aja; consigliere nell’ambito della direzione per la Cooperazione finanziaria ed economica allo sviluppo del ministero degli Affari esteri (1968). Membro del Parlamento olandese (1970); deputato al Parlamento europeo (1971); consigliere presso l’Agenzia internazionale dell’energia (1975); membro del Parlamento olandese; vicepresidente, tesoriere e capo gruppo del partito “Democraten 66”; membro di varie commissioni d’inchiesta parlamentari e presidente della commissione per il controllo del bilancio; membro supplente dell’Assemblea dell’Atlantico del Nord e portavoce della relativa Commissione economica (1977); Membro della Corte dei conti dei Paesi Bassi; relatore per l’audit sui fondi comunitari e presidente del gruppo di lavoro dell’INTOSAI sull’audit ambientale (1990); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1996 al 31 dicembre 2010: responsabile dell’audit finanziario, delle spese dirette, delle questioni di carattere generale e dell’analisi dei rischi nel quadro del FEAOG-Garanzia (1996); incaricato dell’audit delle spese di bilancio comunitarie a favore dei paesi dell’Europa centrale ed orientale e della Comunità di Stati indipendenti (2000); responsabile del Gruppo di audit III “Azioni esterne” (2004); decano del medesimo gruppo (2006); membro della Sezione III “Azioni esterne” (2010) e presidente del gruppo di lavoro dell’INTOSAI sull’audit relativo all’obbligo di render conto e sul controllo degli aiuti in caso di catastrofi (2010); membro della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo” e membro supplente del Comitato amministrativo.
  • 01.01.2011 - 31.12.2013

    Gijs DE VRIES

    Gijs DE VRIES

    Nato a New York, il 22 febbraio 1956; laurea in giurisprudenza e scienze politiche presso l’Università di Leida (1981); scuola estiva postuniversitaria presso l’Istituto universitario europeo di Firenze (1981). Assistente presso il Dipartimento di scienze politiche, Facoltà di giurisprudenza, dell’Università di Leida (1981); Deputato al Parlamento europeo (1984); Georgetown Leadership Seminar, School of Foreign Service, Università di Georgetown, Washington DC (1993); presidente del Gruppo liberale e democratico presso il Parlamento europeo (1994); sottosegretario per gli Affari interni e le relazioni fra le diverse parti del Regno (1998); membro della Camera dei deputati; rappresentante del governo olandese alla Convenzione sul futuro dell’Unione europea (Convenzione europea) (2002); Ambasciatore speciale (2004); coordinatore antiterrorismo dell’Unione europea (2004); ricercatore capo presso l’Istituto olandese per le relazioni internazionali Clingendael (2007); vicepresidente della Corte dei conti dei Paesi Bassi (2008); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2013; membro della Sezione III “Azioni esterne”; membro supplente del Comitato amministrativo (2011); membro rappresentante la Sezione III presso la Sezione CEAD (2012); presidente del gruppo di lavoro dell’INTOSAI sull’audit relativo all’obbligo di render conto e sul controllo degli aiuti in caso di catastrofi (2010).
  • 01.01.2014 - 14.04.2022

    Alex BRENNINKMEIJER

    Alex BRENNINKMEIJER

    Nato ad Amsterdam il 29 giugno 1951. Laurea in legge presso l’Università di Groninga; dottorato di ricerca presso l’Università di Tilburg con una tesi sull’accesso alla giustizia e sull’importanza di una magistratura indipendente nello Stato di diritto (1987). Professore di diritto presso l’Università Radboud (1976-1980) l’Università di Tilburg (1980-1984) e l’Università di Amsterdam (1992-1996). Professore e Preside della facoltà di diritto dell’Università di Leiden (1996-2005). Professore onorario di diritto dell’Università di Utrecht (2014-2022). Vicepresidente del Tribunale amministrativo di Arnhem (1984-1988). Giudice e vicepresidente del Tribunale amministrativo superiore (corte d’appello competente per il pubblico impiego e la sicurezza sociale) (1988-2002). Giudice presso la sezione tributaria della Corte d’appello di ’s-Hertogenbosch (1999-2005). Difensore civico nazionale dei Paesi Bassi (2005-2017); ha condotto numerose ricerche sistemiche sul funzionamento del settore pubblico nei Paesi Bassi. Presidente della sezione europea del consiglio di amministrazione dell’International Ombudsman Institute (IOI) e membro del comitato esecutivo mondiale dell’IOI. Commendatore dell’Ordine di Orange-Nassau. Membro della Corte dei conti europea, responsabile della Sezione IV, specializzata nell’audit della regolamentazione dei mercati e l’economia competitiva (2014). Membro del Panel della Corte dei conti europea specializzato in materia di irregolarità finanziarie (2014-2016); membro del comitato editoriale dell’ECA Journal (2014-2016); presidente dell’ECA Clear Language Award (Premio per la chiarezza del linguaggio) (2014-2021); membro e presidente del gruppo di lavoro sulla strategia della Corte dei conti europea (2016-2017 e 2018-2020); membro del comitato direttivo digitale (2019-2021); membro del comitato amministrativo (2019-2021); decano della Sezione IV (2019-2021). Deceduto il 14 aprile 2022.
  • 01.03.1995 - 31.03.2011

    Hubert WEBER

    Hubert WEBER

    Nato a Vienna il 29 dicembre1939; dottorato in legge presso l’Università di Vienna; funzionario addetto alla politica dell’occupazione e successivamente vicedirettore presso il ministero degli Affari sociali austriaco (1959); revisore presso la Corte dei conti austriaca. Audit della Cancelleria federale, del ministero degli Affari esteri e del ministero della Giustizia (1970); capo Gabinetto del Presidente della Corte dei conti austriaca e successivamente capo dell’unità organizzativa responsabile del Segretariato generale dell’INTOSAI (1975); Capo della divisione del personale (organizzazione, questioni relative al bilancio e al personale) e della formazione (1981); direttore generale della Divisione competente per l’audit delle imprese pubbliche, responsabile del monitoraggio degli affari internazionali per quanto concerne l’INTOSAI e le relative organizzazioni regionali (AFROSAI, ARABOSAI, ASOSAI, CAROSAI, EUROSAI, OLACEFS e SPASAI), e della collaborazione a progetti delle Nazioni Unite in materia di audit finanziario; Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 1995 al 31 marzo 2011: responsabile del servizio “Sviluppo dell’audit e produzione di relazioni (ADAR)”; Presidente della Corte (2005 2008).
  • 01.04.2011 - 28.02.2014

    Harald WÖGERBAUER

    Harald WÖGERBAUER

    Nato a Vienna il 27 luglio 1953; studi universitari in giurisprudenza ed economia (1971); laurea in giurisprudenza (Magisterium e Doktorat); studi in scienze politiche in Francia (1974); esame di accesso al servizio giuridico del governo federale ed esame di accesso al servizio superiore di audit (1975). Funzionario della Corte dei conti austriaca (1974); revisore presso la Corte dei conti austriaca, responsabile dell’audit degli organismi di previdenza sociale austriaci (1974); distaccato presso il Parlamento austriaco ed in seguito presso il gruppo parlamentare dell’ÖVP, con competenze relative, tra l’altro, alle seguenti commissioni parlamentari: Corte dei conti, Lavoro e affari sociali, Sanità, Affari esteri, Scienza, Affari economici, Affari costituzionali, Industria e Difensore civico; Responsabile politico del gruppo parlamentare dell’ÖVP (1992); alto funzionario (Ministerialrat) presso la Corte dei conti austriaca (1995); alto funzionario (Parlamentsrat) presso la direzione del parlamento (1999); Membro della Corte dei conti europea dal 1° aprile 2011 al 28 febbraio 2014: responsabile della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” e successivamente della Sezione II “Politiche strutturali, trasporti ed energia” (2012).
  • 01.03.2014 - 31.07.2020

    Oskar HERICS

    Oskar HERICS

    Nato a Schandorf, Austria, il 16 febbraio 1958; studi di giurisprudenza all’Università di Vienna e conseguimento del titolo di Magister iuris (1982); pratica forense presso il tribunale penale distrettuale di Vienna (1982); servizio di leva nell’esercito austriaco (1982-1983); Amministrazione austriaca delle poste e dei telegrafi (audit) (1983). Revisore nel dipartimento del settore energetico della Corte dei conti austriaca (1991); membro del servizio di audit interno della Corte dei conti austriaca (1995-2001); revisore esperto nel dipartimento per il settore ferroviario e dei trasporti presso la Corte dei conti austriaca (1996); revisore esperto e vicecapo del dipartimento per la ricerca presso la Corte dei conti austriaca (1998); dirigente del dipartimento per le banche e la gestione del debito presso la Corte dei conti austriaca (2003); esperto della Corte dei conti austriaca in seno alla commissione per il debito sovrano (2006-2013); rappresentante della Corte dei conti austriaca in seno al comitato permanente in materia di previsioni di bilancio e conti degli enti territoriali (VR-Komitee) (2007-2009); vicecapo della Sezione 4 (Finanza e Sostenibilità) della Corte dei conti austriaca (2008); dirigente della Sezione 5 (Finanza ed Economia) della Corte dei conti austriaca (2011); Membro della Corte dei conti europea dall’1.3.2014 al 31.7.2020: Sezione II (“Investimenti a favore della coesione, della crescita e dell’inclusione”); membro del Comitato per il controllo della qualità dell’audit (2017-2019); membro e presidente del comitato etico (2016-2020).
  • 07.05.2004 - 06.05.2010

    Jacek UCZKIEWICZ

    Jacek UCZKIEWICZ

    Nato a Nowa Ruda il 4 luglio 1950; Dottorato di ricerca e laurea presso il Politecnico di Wrocław; Deputato al Parlamento polacco; relatore del progetto di legge sulla Corte dei conti polacca (Najwyższa Izba Kontroli, NIK); uno degli obiettivi di tale legge era adeguare il sistema polacco di audit esterno alle norme europee e dell’INTOSAI. Delegato della Polonia presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (1993); membro della commissione per il commercio e lo sviluppo, nonché delle équipe di osservatori del Consiglio d’Europa durante le elezioni nella ex Repubblica jugoslava di Macedonia ed in Bielorussia (1994); vicepresidente della Corte dei conti polacca (Najwyższa Izba Kontroli); si è occupato dell’attuazione di nuove metodologie di audit e dell’ampliamento della cooperazione internazionale, in particolare con la Corte dei conti europea e con il programma SIGMA; ha partecipato anche alle attività dell’INTOSAI, soprattutto nel gruppo di lavoro sull’audit delle privatizzazioni; ha rappresentato la Corte dei conti polacca nella commissione permanente dell’INTOSAI per l’audit informatico (1995); membro, per la Polonia, del gruppo di lavoro sulla strategia di lotta alla corruzione presso l’agenzia della Banca mondiale di Varsavia (2000); Ispettore generale dell’informazione finanziaria (un organismo statale per la lotta al riciclaggio di denaro) presso il ministero delle Finanze; ha diretto il dipartimento per il gioco d’azzardo e le scommesse presso il ministero delle Finanze; responsabile per i finanziamenti alle amministrazioni locali ed importanti riforme della finanza pubblica e del decentramento dei poteri pubblici (2001); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010; assegnato al Gruppo di audit III “Azioni esterne”; membro del Gruppo CEAD (“Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo”) (2006); membro supplente del Comitato amministrativo della Corte (2008).
  • 07.05.2010 - 06.05.2016

    Augustyn KUBIK

    Augustyn KUBIK

    Nato a Rydułtowy nel 1957; laurea in discipline socio-economiche (Facoltà industriale dell’Accademia di economia di Katowice) (1976); relatore, supervisore e ispettore della revisione dei conti presso la miniera di carbone fossile “Rydułtowy” a Rydułtowy (1980). Ispettore capo della revisione dei conti presso il consorzio minerario “Rybnicko-Jastrzębskie Gwarectwo Węglowe” a Jastrzębie Zdrój (1984); capo contabile della miniera di carbone fossile “Borynia” a Jastrzębie Zdrój; specializzazione nello sfruttamento dei depositi sotterranei (Facoltà dei lavoratori dell’Istituto tecnico superiore di Ingegneria mineraria di Rybnik) (1986); direttore dell’Ufficio imposte di Katowice (1991); esperto contabile (1996); titolo di studio post-universitario in diritto tributario dell’Unione europea (Università Nicolaus Copernicus di Toruń) (2001); ispettore capo dell’Audit interno presso il ministero delle Finanze polacco (2002); consulente tributario; auditor interno – certificazione del ministero delle Finanze polacco (2003); consigliere generale presso il Ministero delle Finanze polacco (2006); certificazione CIA (auditor interno certificato); consigliere del Presidente della Corte dei conti polacca (NIK) (2007); Sottosegretario di Stato presso il ministero per lo Sviluppo regionale; qualifica di auditor del settore pubblico presso la Corte dei conti polacca (2008); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2010 al 6 maggio 2016; membro della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; Decano della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”; membro del Comitato amministrativo della Corte (2015).
  • 07.05.2016 - 30.11.2019

    Janusz WOJCIECHOWSKI

    Janusz WOJCIECHOWSKI

    Nato nel 1954; laurea di secondo livello in giurisprudenza presso l’Università di Łódz, facoltà di Legge e amministrazione (1977). Giudice di tribunale regionale, giudice di tribunale provinciale e giudice di Corte d’appello (1980 – 1993); giudice distaccato presso la Corte suprema polacca (1990 – 1991); membro del Consiglio nazionale della magistratura della Polonia (1990 – 1993); giudice presso il Tribunale di Stato (1991 – 1993); deputato al Sejm, camera inferiore del parlamento polacco (1993 – 1995); presidente dell’istituzione superiore di controllo polacca (Najwyższa Izba Kontroli – NIK) (1995 – 2001); vicepresidente del Sejm (2001 – 2004); deputato al Parlamento europeo per tre legislature (2004 – 2016); membro dell’intergruppo del Parlamento europeo per il benessere e la conservazione degli animali sin dalla prima legislatura nel 2004 e presidente dell’intergruppo dal 2014. Per cinque volte autore e coautore dei commenti al Codice penale polacco; autore di oltre 100 articoli e pubblicazioni sul diritto penale in diverse riviste giuridiche in Polonia ed autore di articoli su temi di carattere socio-giuridico. Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2016 al 30 novembre 2019, assegnato alla Sezione I “Uso sostenibile delle risorse naturali”, membro del Comitato per il controllo della qualità dell’audit dal 14 giugno 2018. Nominato Commissario UE responsabile per l’agricoltura a decorrere dal 1° dicembre 2019 per un mandato di cinque anni.
  • 27.01.1986 - 09.02.1994

    Carlos MORENO

    Carlos MORENO

    Nato a Lisbona il 30 marzo 1941; diploma universitario in giurisprudenza presso l’Università di Coimbra (1964); ispettore tecnico presso l’Ispettorato generale dei prestiti e delle assicurazioni (1966); professore associato all’Istituto superiore di economia (1973); revisore contabile legale presso l’Ispettorato generale dei prestiti e delle assicurazioni (1974). Consulente tecnico presso il ministero delle Finanze e il sottosegretario al Tesoro e alle finanze (settore “Banche e imprese pubbliche”) (1976); consigliere giuridico del segretariato generale del ministero delle Finanze e della programmazione; presidente del comitato di vigilanza del Banco Nacional Ultramarino (1977); ispettore senior presso la direzione generale del Tesoro; direttore generale della Corte dei conti portoghese; giurista relatore del gruppo di lavoro responsabile della preparazione della versione preliminare del sistema di sostegno agli investimenti; membro della Commissione di coordinamento delle azioni contro l’evasione e le frodi fiscali (1980); Membro della Corte dei conti europea dal 27 gennaio 1986 al 9 febbraio 1994.
  • 10.02.1994 - 29.02.2000

    Armindo de Jesus de SOUSA RIBEIRO

    Armindo de Jesus de SOUSA RIBEIRO

    Nato a Viana do Castelo il 9 marzo 1948; diploma in contabilità presso l’Istituto superiore di contabilità e amministrazione di Porto; laurea in economia presso l’Università di Porto; master in gestione presso l’Università di Lisbona; revisore contabile (1979). Vice ispettore-generale addetto alle ispezioni delle imprese e agli audit comunitari presso l’Ispettorato generale delle Finanze (1974); controllore generale del mercato dei valori mobiliari, poi direttore generale dell’Ufficio per l’analisi dei finanziamenti dello Stato e delle imprese pubbliche (1988); presidente del consiglio di amministrazione dell’Istituto finanziario per il sostegno allo sviluppo dell’agricoltura e della pesca (1990); capo del dipartimento “Consulenza, audit” presso l’Ispettorato generale delle Finanze (1992); Membro della Corte dei conti europea dal 10 febbraio 1994 al 29 febbraio 2000; responsabile del settore FEAOG-Garanzia: organizzazioni comuni di mercato nei settori dei prodotti animali e dello zucchero, politica comune della pesca e del mare, misure in campo veterinario; responsabile dell’audit sulla CECA, attività di assunzione e concessione di prestiti, attività bancarie (1996).
  • 01.03.2000 - 30.09.2016

    Vítor Manuel da SILVA CALDEIRA

    Vítor Manuel da SILVA CALDEIRA

    Nato a Campo Maior, Portogallo, il 2 gennaio 1960; laurea in giurisprudenza presso l’Universidade Clássica di Lisbona; specializzazione post lauream in studi europei presso l’Istituto europeo della Facoltà di giurisprudenza dell’Universidade Clássica di Lisbona; docente presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Lisbona (1983) e l’Istituto superiore delle nuove professioni (1996). Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2000 al 30 settembre 2016: responsabile dell’audit sulle attività bancarie dell’UE, comprese quelle della Banca centrale europea, nonché dell’audit sulla Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), sulle Scuole europee, sugli organismi decentrati e sull’Agenzia di approvvigionamento dell’Euratom (2000); responsabile della dichiarazione di affidabilità della Corte (DAS), ha lavorato nei seguenti ambiti: affidabilità dei conti e legittimità e regolarità delle operazioni alla base degli stessi nei vari settori di entrate e di spesa del bilancio dell’UE, riforma del sistema di controllo interno della Commissione, modernizzazione del sistema contabile dell’UE; è stato Membro relatore del Parere della Corte sul modello di audit unico (single audit) e sulla proposta concernente un quadro di controllo interno comunitario (2002); decano del Gruppo di audit della Corte responsabile del coordinamento dell’audit finanziario, delle metodologie di audit e del controllo qualità (Gruppo CEAD); membro del Comitato amministrativo della Corte (2005); responsabile del dipartimento Sviluppo della metodologia e relazioni di audit (ADAR), si è occupato in particolare del controllo sulla qualità delle relazioni di audit della Corte e dell’applicazione delle metodologie di audit (2006); Membro relatore del Manuale sul controllo di gestione, adottato dalla Corte nel 2007; Presidente della Corte dei conti europea (2008 2016); auditor dell’EUROSAI (2008); membro del consiglio di amministrazione di EUROSAI (Organizzazione europea delle istituzioni superiori di controllo) (2011); responsabile della supervisione delle attività della Corte, delle relazioni con le istituzioni dell’Unione europea, delle relazioni con le istituzioni superiori di controllo e con le organizzazioni internazionali di audit, nonché degli affari giuridici e dell’audit interno; nel corso del suo primo mandato, ha promosso e gestito la riforma della struttura e del processo decisionale della Corte, introducendo un sistema a Sezioni per ottimizzare la gestione della Corte e renderla quindi più efficiente e efficace; nel corso del secondo mandato, ha guidato la Corte in un periodo nel quale i pareri della Corte sulla normativa finanziaria in corso di elaborazione, nonché gli audit finanziari e i controlli di gestione da essa espletati hanno assunto ancora più importanza, a motivo della crisi finanziaria e dell’urgente bisogno di contribuire ad assicurare una migliore gestione dei fondi UE; è divenuto Presidente della Corte dei conti portoghese il 3 ottobre 2016.
  • 01.10.2016 - 29.06.2021

    João FIGUEIREDO

    João FIGUEIREDO

    Nato in Angola il 12 maggio 1955. Laurea in giurisprudenza, Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Lisbona, Portogallo (1978). Ha dedicato la sua lunga carriera al servizio pubblico, specializzandosi su temi quali la deontologia e l’etica del servizio pubblico, l’efficienza e la legittimità degli atti della pubblica amministrazione, il controllo finanziario e l’audit. Membro della Corte dei conti europea (2016 2021); Giudice-consigliere presso l’istituzione superiore di controllo portoghese, il Tribunal de Contas (2008 2016); Segretario di Stato per la pubblica amministrazione, ministero delle Finanze (2005 2008); auditor coordinatore presso il Tribunal de Contas (2003 2005) e altre posizioni ad alto livello in diversi ministeri. Deceduto il 29 giugno 2021.
  • 01.01.2007 - 30.06.2013

    Ovidiu ISPIR

    Ovidiu ISPIR

    Nato a Horodniceni nel 1951; laurea in economia presso la Facoltà di Studi economici dell’Università di Iasi “Alexandru Ioan Cuza”; dottorato di ricerca in contabilità presso la Facoltà di contabilità e gestione informatica dell’Accademia di Studi economici di Bucarest; economista presso l’Ufficio regionale del Turismo (OJT) di Prahova, Sinaia (1974). Economista, poi capo ufficio, capo servizio e infine vicedirettore generale per gli affari economici e finanziari presso l’Ufficio per il turismo giovanile (CBTT) a Bucarest (1979); vicepresidente responsabile degli affari economici e finanziari presso Group Management SA (1994); consigliere del Ministro delle Finanze rumeno (1997); “Consigliere dei conti” presso la Corte dei conti rumena a Bucarest: ha coordinato le attività di diverse divisioni di audit responsabili del controllo del conto generale di esecuzione del bilancio statale, del conto annuale di esecuzione del debito pubblico rumeno e dell’esecuzione dei bilanci degli enti locali pubblici; responsabile inoltre dell’audit dei fondi di preadesione (ISPA e SAPARD) concessi alla Romania (1999); esperto nell’ambito del gruppo parlamentare della Camera dei deputati che, nel marzo 2005, ha presentato le proposte di legge per la riforma della normativa relativa alla Corte dei conti rumena; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2007 al 30 giugno 2013: Membro del gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; membro della Sezione II “Politiche strutturali, trasporti ed energia” e membro supplente della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo”.
  • 01.07.2013 - 30.06.2019

    George PUFAN

    George PUFAN

    Nato a Bucarest nel 1958; laureato in ingegneria civile presso l’Università di Bucarest (1984); allievo dell’Accademia nazionale di Difesa (1999); laurea magistrale in relazioni internazionali e integrazione europea presso la Scuola nazionale di studi politici e amministrativi (2005); corso di specializzazione post laurea in pratiche delle relazioni internazionali e studi euro atlantici (2007); laurea triennale presso la Facoltà di scienze economiche/contabilità, Università Danubius Galați (2011). Ingegnere per un’impresa di vetro e ceramica fine (fino al 1992); responsabile di sede per la Compania de Construcții Carpați (società edilizia) (fino al 1994); direttore della Corte dei conti rumena (fino al 2000); consulente del sindaco (comune del primo distretto) (fino al 2002); segretario generale della Corte dei conti rumena (fino al 2013). 1 luglio 2013 – È stato nominato Membro della Corte dei conti europea assegnato alla Sezione IV – Entrate, Ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell’Unione europea.
  • 07.05.2004 – 06.05.2010

    Vojko Anton ANTONČIČ

    Vojko Anton ANTONČIČ

    Nato a Temnica nel 1946; diploma di laurea di primo grado presso la facoltà di scienze sociali dell’Università di Lubiana (Slovenia); dottorato in scienze sociali presso l’Università di Zagabria (Croazia); direttore dell’Istituto di scienze sociali dell’Università di Lubiana, un istituto multidisciplinare con diverse unità di ricerca che svolgono ricerca sociale di base e applicata (1991). Primo Presidente della Corte dei conti (Računsko sodišče) della Repubblica di Slovenia (1994); ha redatto il progetto della nuova normativa in materia di audit (2001); membro del comitato direttivo dell’EUROSAI (1999); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010: Membro responsabile del Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; membro del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2006); membro supplente del Comitato amministrativo della Corte.
  • 07.05.2010 - 06.05.2016

    Milan Martin CVIKL

    Milan Martin CVIKL

    Nato a Velenje il 19 maggio 1959; laurea in economia (1983); master in Economia presso la Facoltà di economia dell’Università di Lubiana (1990); analista, analista senior e assistente di direzione presso la Banca di Slovenia (Banka Slovenije) (1983). Economista presso la Banca mondiale a Washington D.C., Stati Uniti (1991); economista della Banca mondiale distaccato in Slovenia (1997); sottosegretario di Stato al Bilancio e alle finanze pubbliche presso il ministero delle Finanze, responsabile dell’introduzione delle riforme nel settore delle finanze pubbliche in Slovenia in vista dell’adesione del paese all’Unione europea (1998); direttore esecutivo e direttore finanziario della Nova Ljubljanska banka d.d., Lubiana (2000); ministro senza portafoglio per gli Affari europei (2004); membro dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Slovenia e presidente della Commissione parlamentare per il controllo delle finanze pubbliche (2004); segretario generale del governo sloveno (2008); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2010 al 6 maggio 2016: membro della Sezione IV “Entrate, Ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell’Unione europea”; Membro rappresentante la Sezione IV presso la Sezione CEAD (2012); decano della Sezione IV (2014).
  • 07.05.2016 - 06.05.2022

    Samo JEREB

    Samo JEREB

    Nato a Lubiana il 24 febbraio 1972; laureato in economia alla Facoltà di economia e commercio dell’Università di Lubiana (1995); revisore esterno, consulente, revisore esterno certificato presso LM Veritas d.o.o., Lubiana (1995-2004); revisore superiore dello Stato presso la Corte dei conti della Repubblica di Slovenia (2004-2013) e responsabile di audit su privatizzazioni, servizi pubblici, agenzie e fondi pubblici nonché di audit sull’ambiente; vicepresidente della Corte dei conti della Repubblica di Slovenia (2013-2016); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2016 al 6 maggio 2022: Membro della Sezione I “Uso sostenibile delle risorse naturali” e decano della sezione I (2020-22); membro del comitato amministrativo (2020-2022); membro del comitato di audit interno (2017-2020) e presidente del comitato di audit interno (2018-2020); membro del comitato per il controllo della qualità dell’audit (2016-2018).
  • 07.05.2004 - 06.05.2010

    Július MOLNÁR

    Július MOLNÁR

    Nato a Vranov nel 1945; laurea presso l’Università Comenius di Bratislava, facoltà di lettere; responsabile delle relazioni internazionali delle università slovacche con i paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America latina presso il Ministero dell’Istruzione della Repubblica slovacca; segretario della commissione Amicizia per la cooperazione con associazioni studentesche internazionali nell’ambito delle università slovacche (1969). Funzionario nel Comitato centrale dell’associazione slovacca dei combattenti antifascisti (1974); amministratore responsabile delle relazioni con le organizzazioni ed istituzioni specializzate intergovernative (OMS, OIL e UNESCO) presso il Ministero dell’Istruzione; membro delle delegazioni cecoslovacche, partecipa ai negoziati bilaterali e multilaterali con l’UNESCO e con diversi Ministeri degli Affari esteri e dell’Istruzione (1978); direttore generale dell’Istituto per la preparazione linguistica e accademica degli studenti stranieri, responsabile dell’amministrazione, del bilancio, dei programmi didattici, della selezione degli studenti stranieri e dell’audit interno; capo del dipartimento di studi avanzati e relazioni esterne dell’Academia Istropolitana di Bratislava (1991); direttore generale del Centro Relazioni internazionali del Ministero dell’Istruzione (1999); direttore del dipartimento per la cooperazione europea e le relazioni internazionali presso l’Istituzione superiore di controllo della Slovacchia, responsabile delle relazioni internazionali nel campo dell’audit, e della cooperazione con le organizzazioni internazionali (INTOSAI, EUROSAI, NASACT, AISCUF e Corte dei conti europea). In qualità di rappresentante dell’Istituzione superiore di controllo della Slovacchia, partecipa al comitato di lavoro del Consiglio ministeriale del governo slovacco sull’integrazione europea e coordina il settore “acquis communautaire " durante il processo di adesione all’UE (1997-1999 e 2001-2004); Membro della Corte dei conti europea dal 7 maggio 2004 al 6 maggio 2010, assegnato al Gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali”.
  • 07.05.2010 - 15.10.2023

    Ladislav BALKO

    Ladislav BALKO

    Nato a Slepčany, Slovacchia, nel 1954, Ladislav Balko possiede una laurea in Giurisprudenza ed è professore associato di Diritto finanziario e commerciale. Ha lavorato come giornalista presso la radio cecoslovacca (1980–1990) prima di divenire giurista principale presso il Dipartimento delle dogane della Repubblica slovacca (1990–1991). Ha poi ricoperto varie posizioni manageriali, tra cui quella di vicedirettore generale della più grande banca commerciale slovacca, la Všeobecná úverová banka (1991–1999), di Vicegovernatore e membro del consiglio di amministrazione della Exportno-importná banka della Repubblica slovacca (2001–2004), direttore generale dell’Agenzia governativa slovacca per gli investimenti e lo sviluppo commerciale (SARIO) dal 2004 al 2006, vicepresidente del consiglio direttivo della Banca di Stato per le garanzie e lo sviluppo (SZRB) dal 2006 al 2010. Ladislav Balko ha lavorato come docente universitario ed è in seguito divenuto capo del Dipartimento di diritto finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Comenius di Bratislava; in data 7 maggio 2010 è poi divenuto Membro della Corte dei conti europea. Fino al 30 gennaio 2014 è stato Membro della Sezione IV, responsabile dell’audit DAS e del controllo di gestione per la ricerca e altre politiche interne. Dall’aprile 2012 è stato membro supplente della Sezione IV presso la Sezione CEAD e dal 1° febbraio 2013 è stato membro supplente della Sezione IV presso il Comitato amministrativo. Inoltre, è stato membro del Comitato di audit interno dal 12 febbraio 2012 e presidente dello stesso dal 24 aprile 2013 al 28 febbraio 2014. Nel febbraio 2014 è divenuto Membro della Sezione II, responsabile di politiche strutturali, trasporti ed energia ed è stato relatore del capitolo 6 (“Coesione economica, sociale e territoriale”) della relazione annuale. È stato inoltre responsabile dell’audit DAS e di diversi controlli di gestione nello stesso settore ed ha rappresentato la Sezione II presso la Sezione CEAD e l’AQCC. Ladislav Balko ha servito presso il comitato consultivo in materia di strategia e prospettiva dal 2019 al 2022 e dal gennaio 2022 è stato Membro della Sezione V (“Finanziamento ed amministrazione dell’Unione”).
  • 01.03.1995 - 28.02.2006

    Aunus SALMI

    Aunus SALMI

    Nato a Kiuruvesi il 22 febbraio 1942; laurea in amministrazione di impresa presso la Scuola superiore di studi economici di Helsinki (1967); abilitato alla professione di esperto contabile (1976); capo progetto presso la Otto Wuorio Oy in Francia (1967); responsabile export presso la Asko SA, Belgio (1970). Segretario commerciale presso l’Ambasciata finlandese a Bruxelles (1971); partner presso la SVH Coopers & Lybrand di Helsinki (1973 1995); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 1995 al 28 febbraio 2006: responsabile del settore “CECA, assunzione ed erogazione di prestiti, attività bancarie dell’UE” (1995); audit delle spese di funzionamento delle istituzioni dell’UE, dell’Ufficio delle pubblicazioni, degli uffici esterni e delegazioni, delle Scuole europee, degli organismi decentrati (esclusi il Centro di Salonicco e la Fondazione di Dublino) e delle sovvenzioni; Consiglio della Banca europea per lo sviluppo; esperto contabile indipendente (2006). Deceduto il 23 agosto 2023.
  • 01.03.2006 - 29.02.2012

    Olavi ALA-NISSILÄ

    Olavi ALA-NISSILÄ

    Nato a Loimaa il 2 agosto 1949; laurea in scienze economiche; abilitato alla professione di esperto contabile (Camera di commercio centrale); esperienza trentennale nel campo della gestione e del controllo delle finanze sia nel settore pubblico che in quello privato; ha insegnato contabilità e diritto presso l’Istituto commerciale di Loimaa (1974) e la Scuola di economia di Turku (1989). Dal 1995 al 2005, partner di una società di revisione presso la quale ha svolto l’attività di auditor a tempo parziale; membro del parlamento finlandese (1991), con incarichi in diversi settori in ambito parlamentare; presidente della commissione delle finanze (commissione per il bilancio statale ed il controllo dei bilanci), membro delle sottocommissioni per le imposte e per i trasporti e membro della Conferenza dei presidenti (2003); revisore presso la Banca di Finlandia e presidente del collegio dei revisori; membro supplente degli ispettori delle finanze (1992); membro del consiglio dei delegati parlamentari presso la Banca di Finlandia (1993); secondo membro supplente della delegazione parlamentare ristretta presso la Banca di Finlandia nel 1993 e successivamente primo membro supplente (1993); presidente del Consiglio dei delegati parlamentari presso la Banca di Finlandia e presidente del comitato consultivo dell’Ufficio per il controllo delle finanze pubbliche. Membro del comitato di vigilanza della Banca per gli investimenti dei paesi nordici (2003); membro del consiglio di amministrazione del Fondo nazionale finlandese per la ricerca e lo sviluppo (1993) e successivamente presidente (2003); membro del consiglio municipale di Loimaa (1982) e poi presidente dello stesso (2000); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2006 al 28 febbraio 2012, dove è stato responsabile del Gruppo di audit I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” e del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità, sviluppo” (2006); membro della Sezione I “Conservazione e gestione delle risorse naturali” e membro supplente del Comitato amministrativo (2010). Partner e presidente del consiglio di amministrazione della BDO Ltd (2012); consigliere principale presso la BDO Ltd Suomi.
  • 01.03.2012 - 28.02.2018

    Ville ITÄLÄ

    Ville ITÄLÄ

    Nato il 10 maggio 1959 a Luumäki; laurea in giurisprudenza (1989); «Varatuomari» (Magistrato) (1991); superamento dell’esame di accesso alla professione forense nel 1995. Deputato al Parlamento europeo (2004-2012): vicepresidente del gruppo del Partito popolare europeo e dei democratici europei (2004-2006). Membro della commissione per i bilanci (2004-2009); vice coordinatore e membro della commissione per il controllo dei bilanci (2009-2012); membro della commissione per i trasporti e il turismo e membro supplente della commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. Presso il parlamento finlandese: presidente della “Grande Commissione” (2003-2004); membro del collegio dei revisori della Banca di Finlandia (1996-2000); membro della commissione per gli Affari costituzionali (1995-2000), che ha presieduto dal 1996 al 2000; membro della commissione per i trasporti (1995 1996). In seno al governo finlandese: ministro degli Interni (governo Lipponen II) dal 2000 al 2003; presidente del Partito di coalizione nazionale (2001-2004). Membro del Collegio elettorale per l’elezione del Presidente della Finlandia (1988); presidente dell’ufficio esecutivo della città di Turku dal 1993 al 1995. Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2012 al 28 febbraio 2018.
  • 01.03.1995 - 31.12.2001

    Jan O. KARLSSON

    Jan O. KARLSSON

    Nato a Stoccolma il 1° giugno 1939; laurea presso l’Università di Stoccolma (economia, scienze politiche, storia); vicesegretario, successivamente segretario presso il ministero dell’Agricoltura (1962); consigliere politico presso l’Ufficio del Primo Ministro (1968). Segretario dell’assessore comunale responsabile delle finanze della Città di Stoccolma (1973); vicesegretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio nordico (1977); Segretario di Stato incaricato della cooperazione tra paesi nordici e Segretario di Stato al ministero delle Finanze; presidente della Commissione di studio sulle grandi città (1988); consigliere e coordinatore presso l’Ufficio del Primo Ministro (1990); rappresentante personale del Primo Ministro nell’ambito della rivalutazione concertata della cooperazione tra paesi nordici in previsione dell’ingresso della Svezia nello Spazio economico europeo e nell’Unione europea (1990); negoziatore e consigliere per le questioni economiche, finanziarie e di bilancio presso il segretariato del Gruppo socialdemocratico al Riksdag (1992); direttore generale presso il ministero degli Affari esteri (1994); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 1995 al 31 dicembre 2001: responsabile del settore “Cooperazione con i paesi in via di sviluppo e con i paesi terzi” (Bilancio dell’UE); Presidente della Corte dei conti europea (1999 2001); deceduto il 19 settembre 2016.
  • 01.01.2002 - 28.02.2006

    Lars TOBISSON

    Lars TOBISSON

    Nato a Göteborg nel 1938; laurea in scienze politiche e Dottorato (1973); presidente dell’Unione nazionale degli studenti (1964); lavora presso la Confederazione svedese delle associazioni professionali (1965). Segretario generale del partito moderato svedese (1974); deputato al Parlamento svedese, membro della commissione per le finanze, membro del consiglio consultivo per gli affari esteri; vicepresidente della commissione per gli affari comunitari (1994); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2002 al 28 febbraio 2006.
  • 01.03.2006 - 09.06.2011

    Lars HEIKENSTEN

    Lars HEIKENSTEN

    Nato a Stoccolma il 13 settembre 1950; ricercatore e docente di economia alla Stockholm School of Economics nei settori dell’economia dello sviluppo, dei mutamenti strutturali e dell’economia del mercato del lavoro (1972); segretario dell’Associazione degli economisti svedesi (1981). Vice sottosegretario al ministero delle Finanze svedese e capodivisione per le questioni di politica economica a medio e lungo termine (1985); sottosegretario agli affari economici presso lo stesso ministero; economista capo (responsabile delle ricerche di mercato) presso la Svenska Handelsbanken (1992); Vicegovernatore (responsabile della politica monetaria) della Banca centrale svedese (Sveriges Riksbank) e successivamente governatore (2003); esercita vari mandati presso il consiglio di amministrazione di diverse agenzie governative, società ed università; rappresenta la Svezia presso vari organismi internazionali quali il Fondo monetario internazionale (FMI), la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), il Comitato monetario (poi divenuto il Comitato economico e finanziario) dell’UE e la Banca centrale europea (BCE); Membro della Corte dei conti europea dal 1° marzo 2006 al 9 giugno 2011: membro del Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia”; Membro responsabile della Comunicazione del Gruppo CEAD “Coordinamento, comunicazione, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2006); membro del Comitato amministrativo della Corte (2007); membro della Sezione III “Azioni esterne”, nonché membro supplente della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo” (2010); membro rappresentante della Sezione III presso la Sezione CEAD (2011).
  • 10.06.2011 - 28.02.2018

    Hans Gustaf WESSBERG

    Hans Gustaf WESSBERG

    Nato a Goteborg il 26 aprile 1952; Laurea in Scienze politiche, Storia e Comunicazione presso l’Università di Goteborg; sottosegretario di Stato presso il gabinetto del Primo Ministro (2007-2010); sottosegretario di Stato, Ministero degli Affari esteri (2007); sottosegretario di Stato, Ministero della Difesa (2006-2007). Direttore generale del Servizio svedese di registrazione delle imprese (2004- 2006); vicedirettore generale, Confederazione delle imprese svedesi (2001- 2004); direttore dell’informazione, direttore esecutivo facente funzione, vicedirettore e direttore generale della Federazione delle industrie svedesi (1991-2001); Direttore dell’informazione presso la SIAB (impresa edile) (1990-1991); addetto stampa, capo dell’ufficio stampa e in seguito responsabile dell’informazione dello Stato maggiore della difesa svedese, nonché portavoce del Comandante supremo delle forze armate (1982-1990); Presidente dell’Unione nazionale svedese degli studenti (SFS) (1980-1982); membro del Consiglio per l’interoperabilità fra le amministrazioni pubbliche (E-nämden) e membro del consiglio di amministrazione dell’Agenzia nazionale per i servizi alle università e ai collegi universitari (2005-2006); Presidente del Centralförbundet Folk och Försvar (Federazione centrale per la società e la difesa); membro del Consiglio di collegamento con l’industria dell’Agenzia svedese per la gestione delle emergenze e membro del Consiglio consultivo per le imprese presso il Comandante supremo delle forze armate (2003-2004); Presidente della sezione del Partito moderato di Stoccolma (1997-2003); membro supplente del Comitato esecutivo della Riksbank (1998- 2002); membro del consiglio di amministrazione della Birka Energi (1999- 2002); presidente della Svenska Bostäder (1999-2001); presidente della Locum AB (1999-2001); Membro dell’Accademia delle scienze belliche e membro del consiglio di amministrazione della Sveriges Radio (radio svedese) (1996- 1998); Membro della Corte dei conti europea dal 10 giugno 2011 al 28 febbraio 2018; deceduto il 29 marzo 2018.
  • 18.10.1977 - 17.10.1983

    Norman PRICE

    Norman PRICE

    Nato nel gennaio 1915; studi al Liceo (Grammar School) di Plaistow; funzioni esecutive e direttive presso l’Amministrazione delle dogane e delle accise (1933); ispettore fiscale (1939); segretario dell’Amministrazione tributaria (1951); Ufficio delle entrate fiscali (1965). Presidente dell’Ufficio delle entrate fiscali (1973); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1977 al 17 ottobre 1983; deceduto il 19 febbraio 2007.
  • 18.10.1983 - 31.12.1992

    John CAREY

    John CAREY

    Nato l’11 novembre 1933 a Rugby, nel Warwickshire; diplomato in letteratura classica, storia antica, filosofia antica e moderna all’Università di Oxford; interprete abilitato per il russo; dipartimento del Tesoro e della funzione pubblica del Regno Unito (1957). Distaccato presso i servizi diplomatici in qualità di consigliere economico e finanziario alla Rappresentanza permanente del Regno Unito presso le Comunità europee a Bruxelles (1974); segretario al dipartimento del Tesoro incaricato del controllo pubblico e del controllo parlamentare della spesa (1978); responsabile degli aiuti ai paesi d’oltremare e degli affari commerciali, del credito all’esportazione e dei problemi di debito internazionale alla sezione “Oltremare” del dipartimento del Tesoro (1982); Membro della Corte dei conti europea dal 18 ottobre 1983 al 31 dicembre 1992; responsabile per la spesa agricola (1983); membro dell’Istituto delle finanze e della contabilità pubblica in virtù del regolamento n. 6 del 23 settembre 1988. Deceduto l’8 agosto 2022.
  • 01.01.1993 - 31.12.2001

    John WIGGINS

    John WIGGINS

    Nato a Londra nel 1938; laureato in storia e filosofia all’Università di Oxford; titolare di un master in economia all’Università di Harvard; incaricato delle questioni di politica macroeconomica e di controllo della spesa pubblica presso il Tesoro (1961-1979). Principal Private Secretary presso il ministero delle Finanze (1980-1981); Under Secretary incaricato della divisione del petrolio al ministero dell’Energia (1981-1984); membro del Segretariato generale del governo (1985); Under Secretary quindi Deputy Secretary al ministero della Pubblica istruzione e della scienza, incaricato delle questioni riguardanti la retribuzione, le condizioni di servizio e la formazione degli insegnanti; Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 1993 al 31 dicembre 2001: responsabile del settore “Politiche sociali, politiche industriali, Centro di Berlino, Fondazione di Dublino, ambiente e Fondo di coesione (sezione “Protezione dell’ambiente”); responsabile del settore incaricato di produrre la dichiarazione di affidabilità (DAS); decano del gruppo DAS (1995).
  • 01.01.2002 - 31.12.2013

    David BOSTOCK

    David BOSTOCK

    Nato a Cheltenham nel 1948; laurea (Master of Science) in scienze economiche (Economics of Public Policy) presso lo University College di Londra e diploma (Bachelor of Arts) in storia moderna presso l’Università di Oxford; distaccato in qualità di secondo segretario (affari economici e finanziari) all’Ufficio del rappresentante permanente del Regno Unito presso le CE e alla sezione “Affari economici e interni” del segretariato del Cabinet Office (1971). Capo della divisione Agricoltura del Tesoro (1984); consigliere economico e finanziario dell’Ufficio del rappresentante permanente del Regno Unito presso le CE (1985); capo del gruppo “Unione europea” del Tesoro, vicedirettore e, successivamente, direttore della Banca europea per gli investimenti a Lussemburgo (1990); vice-rappresentante permanente del Regno Unito presso l’Unione europea a Bruxelles (1995); presidente del Coreper I durante la presidenza britannica del Consiglio (1998); responsabile per gli “Affari europei” presso il segretariato del Cabinet Office (1999 2000); professore incaricato (Visiting Fellow) presso il Centro per gli studi internazionali della London School of Economics ed esperto esterno (Practitioner Fellow) presso l’Istituto europeo dell’Università del Sussex (2000); Membro della Corte dei conti europea dal 1° gennaio 2002 al 31 dicembre 2013: responsabile dell’audit delle politiche agricole: dichiarazione di affidabilità, liquidazione dei conti e restituzioni all’esportazione; membro del gruppo CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità, sviluppo”; membro responsabile del Gruppo di audit I “Politiche agricole” (2004); assegnato al Gruppo di audit II “Politiche strutturali, trasporti, ricerca ed energia” (2006); decano (2008); decano della Sezione CEAD “Coordinamento, valutazione, affidabilità e sviluppo”, responsabile della qualità dell’audit e del sostegno; membro del Comitato amministrativo (2010); membro della Sezione III “Azioni esterne” (2012); deceduto il 3 settembre 2016.
  • 01.01.2014 - 31.01.2020

    Phil WYNN OWEN

    Phil WYNN OWEN

    Nato nel 1960; master in amministrazione e direzione di impresa presso la London Business School; Advanced Management Programme presso la Harvard Business School; laurea di primo livello e laurea magistrale in Storia presso University College, Oxford. Ha lavorato per più di 18 anni presso il Tesoro di Sua Maestà (Her Majesty’s Treasury), tra cui due periodi in Gabinetti, come Segretario privato aggiunto del Cancelliere (1984-1986) e Segretario privato principale del Segretario generale, Tesoro di S.M. (1991-1993); ha guidato l’équipe “Trasporti, fiscalità e bilancio” e quella “Politica fiscale” presso il Tesoro di S.M. (1993-1999); direttore dell’Unità Impatto normativo (Regulatory Impact Unit), Gabinetto del Primo ministro (1999-2003); direttore del settore finanziario presso il Tesoro di S.M. (2003-2004); direttore generale, Strategia e pensioni, presso il Ministero del lavoro e delle pensioni (Department for Work and Pensions) dal 2004 al 2009; vicepresidente, direttore senza incarichi esecutivi presso il Maidstone and Tunbridge Wells NHS Trust (2008-2013); direttore generale, Cambiamento climatico nazionale e assistenza ai consumatori, presso il Ministero dell’energia e del cambiamento climatico (Department of Energy and Climate Change, DECC) dal 2009 al 2011; direttore generale, Cambiamento climatico internazionale ed efficienza energetica, presso il Ministero dell’energia e del cambiamento climatico (2011-2013); segretario permanente (facente funzione) del DECC (ottobre 2012-gennaio 2013); Membro della Corte dei conti europea dal gennaio 2014 al gennaio 2020:in qualità di Membro, ha lavorato all’audit della politica di coesione dell’UE (2014-2016) e all’audit sull’uso sostenibile delle risorse naturali (2016-2020); Decano della Sezione I (Uso sostenibile delle risorse naturali) (2016-2018).